martedì 29 agosto 2017

Problemi di Texas con i reattori nucleari nella zona di inondazione pesante:



Problemi di Texas con i reattori nucleari nella zona di inondazione pesante: Fukushima negli Stati Uniti? Più Emergenza delle perdite chimiche di spurgo (importante video)
Martedì 29 agosto 2017 8:34

8-29-17
DRITTA! Questa è una possibilità molto reale di un incidente di Fuku che succede nel Texas! Guarda questo VIDEO IMPORTANTE!

ANCHE

Un'eventuale emergenza di perdite chimiche provoca ordini per i residenti di La Porte, Shoreacres e Baytown, Texas a coprire e spegnere i loro impianti di climatizzazione e riscaldamento. Questo, dato che lo Stato Stellare Lone si occupa delle esigenze di emergenza delle vittime dell'uragano Harvey.

La sostanza chimica è cloruro di idrogeno anidro, che può causare irritazione agli occhi, alla gola e alla nasale, secondo la polizia di La Porte.
* La perdita chimica * spinge l'emergenza "COPERTURA"! - * Reattori nucleari * in zone di alluvione pesanti!

Fonte MrMBB333
Gli speroni di emergenza chimici prendono l'ordine di copertura a La Porte, Texas

continua

Il riparo in ordine di posto copre le aree intorno Stati autostrade 146 e 225. Deer Park non è influenzato dall'ordine, secondo KTRK.

"Chiudere tutte le porte e le finestre e spegnere i sistemi di riscaldamento o di raffreddamento", ha dichiarato una nota di emergenza della città di La Porte. "Stai fuori dal telefono in modo da poter ricevere aggiornamenti dagli ufficiali di emergenza".

La Contea di Harris County Homeland Security e Emergency Management ha emesso un messaggio di emergenza che ha affermato che il Dipartimento Antincendio La Porte "sta lavorando a una perdita da una condotta nell'area di HWY 225 e HWY 146."

Una fuoriuscita chimica ad un impianto Valero è la fonte segnalata dell'emergenza, secondo KPRC.

La polizia di La Porte risponde alla fuoriuscita, ha riferito il KPRC.

La Porte è a circa 26 miglia a est di Houston e conta una popolazione di circa 35.000 abitanti. Source Newsline
Rischio di alluvione nelle centrali nucleari

Le centrali nucleari sono sempre situate in prossimità di un corpo d'acqua - un fiume, un lago, un estuario o un oceano - perché richiedono una fonte abbondante e affidabile di acqua per scopi di raffreddamento. In assenza di acqua di raffreddamento, un reattore nucleare si surriscalda, causando danni nucleari, guasti di contenimento e rilascio di radiazioni nocive nell'ambiente.

Tuttavia, l'acqua può rapidamente diventare pericolosa quando si verificano inondazioni. L'inondazione può danneggiare l'apparecchiatura o abbattere i sistemi elettrici della centrale, disattivando i suoi meccanismi di raffreddamento. Questo è quanto è avvenuto all'impianto di Fukushima Dai-ichi in Giappone a seguito dello tsunami del marzo 2011, causando gravi danni a diversi reattori della centrale.
INONDAZIONI DOVUTE A CAUSE NATURALI

Mentre gli tsunami non rappresentano un rischio significativo per la maggior parte delle centrali nucleari statunitensi, ci sono altri eventi meteorologici naturali che possono portare ad inondazioni. Pioggia o neve pesanti possono causare fiumi eccessivi, e le tempeste tropicali o nor'easters possono causare ondate di tempesta che minacciano le piante costiere.

Inondazioni da tali eventi meteorologici naturali hanno causato problemi negli impianti statunitensi negli ultimi anni. A giugno 2011, un'acqua insolitamente elevata sul fiume Missouri, causata da una combinazione di piogge pesanti e di neve innevata di Rocky Mountain, inondava l' impianto di Fort Calhoun, in Nebraska. E nell'ottobre 2012, l'inondazione dell'uragano Sandy ha causato due impianti nucleari di New Jersey, Salem e Oyster Creek , per arrestarsi quando i livelli elevati di acqua minacciavano i loro sistemi di aspirazione e circolazione dell'acqua.
INONDAZIONI CAUSATE DA GUASTI ALLE DIGHE

Tuttavia, non tutte le inondazioni che minacciano i reattori nucleari hanno cause naturali. Molti impianti nucleari sono situati nei pressi di fiumi e alcuni di loro sono a valle di una diga. Quando la diga fallisce, l'inondazione risultante è improvvisa e può essere catastrofica. A differenza dei flussi di fiumi o degli uragani, i difetti delle diga sono probabili verificarsi con un minimo o nessun avviso di avviso, lasciando gli operatori di impianti che si rintracciano per proteggere i propri impianti prima che arrivino le acque, in genere entro poche ore.

Finora i fallimenti delle diga non hanno colpito alcuna centrale nucleare statunitense. Ma nel luglio 2011 abbiamo appreso che potremmo essere più fortunati di quanto sappiamo, dato che il NRC ha rilasciato una relazione che afferma che le stime precedenti del rischio di inondazione di molti reattori si basavano su informazioni obsolete e avrebbero bisogno di essere riviste verso l'alto.

Come sottolinea la relazione NRC del 2011, i fallimenti delle dighe sono tutt'altro che rari; Sono stati più di 700 negli Stati Uniti dal 1975. Il NRC ha stimato la probabilità di fallimento in una particolare diga - la diga di Jocassee, che si trova a poche miglia a monte della stazione nucleare di Oconee in South Carolina - a circa 1 180 nel corso dei 20 anni rimanenti sulla sua licenza di operare.

Mentre 1 su 180 può suonare come una probabilità abbastanza bassa, è abbastanza alta da richiedere azioni correttive secondo gli standard NRC. E quando consideriamo che 34 impianti nucleari si trovano a valle da più di 50 dighe, la probabilità cumulativa di almeno un impianto interessato da un fallimento delle dighe è troppo elevata da ignorare, specialmente perché queste stime di rischio non tengono conto degli impatti di terremoti o La possibilità di sabotaggio.
LA RESPONSABILITÀ DEL NRC

Quasi preoccupante come la minaccia del fallimento della diga è il fatto che il NRC apparentemente era a conoscenza del rischio aumentato per anni prima di affrontarlo e i passaggi che indicavano questo sono stati scuriti nella relazione del 2011 sul suo rilascio originale, secondo un ingegnere del NRC , Richard Perkins, che ha contattato l'ispettore generale dell'agenzia nel settembre 2012. Il NRC aveva sostenuto che le redazioni erano necessarie per ragioni di sicurezza, ma Perkins ha affermato che il vero motivo dell'agenzia era quello di evitare imbarazzo.

Il NRC deve assolvere la propria responsabilità al pubblico e agire per garantire che la minaccia del rischio di inondazione sia adeguatamente affrontata negli impianti nucleari della nostra nazione.

Fonte Unione di Scienziati Concernati

Nessun commento:

Posta un commento