sabato 1 aprile 2017

i link di Maria.D

La coop "pigliatutto" e i servizi fantasma ai migranti

La coop Olinda incassa migliaia di euro per il centro profughi di
Nuvolera (Brescia). Ma dei servizi che dovrebbe finanziare non sembra
esserci traccia

Giuseppe De Lorenzo Simona Di Rutigliano - Ven, 31/03/2017 - 18:03
commenta

Ogni volta che un immigrato mette piede sul territorio italiano, una
cooperativa esulta. La polizia identifica lo straniero, la prefettura
lo distribuisce in un Comune e una coop gli offre ospitalità.

Il tutto alla modica cifra di (circa) 35 euro al giorno. Soldi che non
dovrebbero servire ad ingrassare le casse delle associazioni
caritatevoli, ma ad assicurare ai migranti determinati servizi. Eppure
non sempre è così (guarda il video).

Provate a chiederlo alle richiedenti asilo parcheggiate nel centro di
accoglienza straordinaria (Cas) di Nuvolera, in provincia di Brescia.
La struttura è gestita dalla cooperativa Olinda che ha sede a Medole.
Nel Mantovano la chiamano la "coop pigliatutto", visto che ha fatto
incetta di bandi per l'accoglienza degli stranieri ed è riuscita ad
aprire centri anche a Verona e Brescia. Nei mesi scorsi era finita
nella bufera con l'accusa di aver "rinchiuso" le 34 ospiti all'interno
dello stabile: un polverone risolto dopo proteste e manifestazioni
organizzate dal centro sociale "Magazzino 18". Oggi le ragazze non
sono più chiuse a chiave in casa, ma molti problemi permangono.


Per il Cas di Nuvolera, l'Olinda incassa qualcosa come 35mila euro al
mese. Tanto denaro. Soldi che si sa come entrano nelle casse, ma non
si ha la minima idea di come poi vengano spesi, dal momento che molte
delle prestazioni che dovrebbe offrire sono praticamente insistenti. A
dirlo sono le stesse migranti, mica accusatori qualsiasi.
Testimonianze che, insieme alla mancata rendicontazione di incassi e
spese, non fanno altro che avvolgere la cooperativa in una nuvola di
mistero e aumentare i dubbi circa le sue reali buone intenzioni.

La coop pigliatutto: tanti incassi, pochi servizi
Pubblica sul tuo sito
piccolo
medio
grande

Secondo il regolamento scritto dalla stessa Olinda, le rifugiate
dovrebbero seguire corsi di ceramica, di taglio e cucito, attività di
volontariato e persino corsi sportivi. Mestieri e iniziative che si
dovrebbero svolgere direttamente all’interno della struttura.
"Qualcosa viene fatto - afferma una delle immigrate - ma solo a giorni
alterni. E non tutte possiamo partecipare". Del resto dei corsi,
nemmeno l’ombra. "Non c'è nulla per passare il tempo: la coop dice che
facciamo sport? Falso. Ci permettono solo di dormire e mangiare". A
mancare sono anche l’assistenza legale e quella psicologica, servizi
che dovrebbero alleviare le ragazze da una realtà difficile e resa
ancor più invivibile dalla coop. Senza contare che l'elettricità va a
singhiozzo e fino a poco tempo fa non arrivava neppure il gas. E non è
tutto: l’Olinda nei giorni scorsi aveva rivendicato l’iscrizione alla
biblioteca comunale per tutte le ragazze. Bello, bellissimo: peccato
che loro non sappiano neppure dove si trovi e che una dipendente ci
abbia confermato che nessuna risulta essere stata mai iscritta in
biblioteca.

Registrate a loro insaputa. Possibile? Chissà. Inutile chiedere
spiegazioni agli operatori o alla direttrice della Olinda, Ughetta
Gaiozzi. La quale non solo si rifiuta di parlare e di fornire
spiegazioni, ma respinge le accuse. Tutto in regola, insomma: a
mentire sarebbero le ospiti. Secondo la Gaiozzi i corsi previsti dal
bando e dal regolamento si svolgono regolarmente, così come sono
presenti tutti i servizi che l'associazione è tenuta ad offrire.
Prestazioni e passatempi di cui però le dirette interessate dicono di
non aver mai goduto. Una cosa è certa: qualcuno dice bugie. E allora
una domanda sorge spontanea: i soldi che la cooperativa riceve, se non
sono indirizzati a sostenere attività per i migranti, che fine fanno?
Abbattiamo la Frode Bancaria e il Signoraggio

· 13 h ·



Ieri gli Inglesi hanno aperto la procedura d'uscita proprio facendo
ricorso all'Art.50 con la famosa letterina inviata all'UE, della
letterina vi hanno parlato però vi hanno detto che è tortuosa la
strada, mica vi potevano dire che è la cosa più semplice di questo
mondo.

La fine delle Menzogne è sempre la stessa, da ieri interi Popoli hanno
capito che si può Uscire Dall'Unione Europea come p...revisto dagli
stessi Trattati, come si può Uscire Dall'Euro per Decreto, ancora più
semplice.
(Vittorio Boschelli).

"Si può riuscire ad ingannare sempre una persona, alcuni possono
essere ingannati alcune volte, ma è impossibile ingannare tutti per
sempre".
(Abrahm Lincoln).


Rimuovi

Franca Gagliardi Hitler e RR stessa cosa non è cambiato nulla hanno
cambiato solo la bandiera per truffa

Ouiel Bensad Sembra un SCORPIONE!


Abbattiamo la Frode Bancaria e il Signoraggio

· 30 marzo alle ore 20:59 ·

A 3 anni “dall’aggressione finanziaria” Occidentale la Russia
raggiunge l’obiettivo: la governatrice della Banca Centrale, Elvira
Nabiullina, ha infatti annunciato che semmai lo SWIFT dovesse tagliare
fuori la Russia, il sistema “sovrano” d’interscambio SPFS eviterebbe
il collasso delle banche garantendo l’interascambio.

http://www.rapportoaureo.it/
la-russia-di-putin-si-rende-in…/

La Russia di Putin si rende indipendente dal sistema bancario internazionale
di Francesco Filini Detto fatto. Nel 2014 Vladimir Putin rispondeva
alle sanzioni occidentali annunciando che la Russia stava lavorando
ad…

Abbattiamo la Frode Bancaria e il Signoraggio

· 30 marzo alle ore 16:02 ·

Il popolo inglese ha capito che l'Unione Europea è un progetto
criminale trainato da Banche e Multinazionali: è guerra ai popoli. Il
debito è il suo strumento di sottomissione.

Gli inglesi se ne sono andati e oggi l’economia della Gran Bretagna è
in gran forma.

PARTE LA BREXIT. LONDRA È PRONTA A VOLARE - Un'Europa diversa
Alla Banca d’Inghilterra è proibito, di questi tempi, far previsioni.
Colpa della figuraccia rimediata lo scorso giugno, quando gli
economisti più autorevoli, a…
uneuropadiversa.it
Posted: 30 Mar 2017 11:38 PM PDT
Christo Memerski è un genenista e guaritore bulgaro, autore di decine dei libri, uno che aveva insegnato in circa 200 università dei 63 paesi del mondo.

Afferma: siamo noi a piantare i chiodi nella nostra bara, sbagliando la scelta dei prodotti.

Afferma, inoltre, che:

"LA VECCHIAIA non è uno stato naturale, è una malattia, come credono molti studiosi, e siamo noi a farla venire con il nostro comportamento. Il 70% degli umani muore a causa degli errori alimentari (le malattie come la diabete, l'ictus, l'infarto, la gotta, i vari tupi di tumori, sono il flagello di questa civiltà...)

PER RITARDARE LA VECCHIAIA basta osservare le semplici regole:
- niente eccessi.
- mangiare poco.
- i principali alimenti sono: gli ortaggi, la frutta, lo yogurt (naturale, con i batteri vivi), il latte e il vino.

IL MODO PIU' EFFICACE PER DIMAGRIRE E RIPULIRSI:

500 gr di yogurt naturale + 1 cucchiaio di miele + 1 cucchiaio di aceto di mele + 1 cucchiaino di cannella + 40 gocce della tintura di propoli. Si può aggiungere: le bacche, le noci (una manciatina), le banane (1 quarto).
Si mangia a colazione e a cena, ma anche durante la giornata. Mangiando 2 cucchiai di questo dessert ogni 2 ore per 20 giorni noterete la riduzione della circonferenza della vita. I cappelli brilleranno di più e avrete più energia nel corpo.

LE VITAMINE PER LA SALUTE.
Quelle migliori ci sono nell'insalata di CAROTE + AGLIO. In Azerbaijan hanno fatto un esperimento: in un bicchiere con l'acqua avevano messo dei microbi patogeni, e nel bicchiere messo accanto, avevano messo dell'aglio tagliato. Dopo alcune ore i microbi erano tutti morti.
Anche la propoli ha delle proprietà simili: uccide i virus dell'influenza, combratte la gatsrite, la colite, la disbatteriosi ed è una buona profilassi anti-tumore. Basta aggiungere 20-30 gr di propoli ai 50 ml dell'acqua e bere 2 volte al giorno.

PER LA BELLEZZA (PELLE, CAPELLI, UNGHIE): in un barattolo di vetro si mescolano, in parti uguali: il miele, le noci, le albicocche disidratate, il limone, l'uvetta (3 cucchiai al giorno.

Leggete attentamente le etichette scritte in piccolo, ed evitate i conservanti o gli esaltatori di sapidità (sono più di 200 sostanze che si usano nella preparazione e nella conservazione degli alimenti, quelli che mantengono il sapore, il gusto, l'aspetto fresco). I più pericolosi sono: il BNT (idrossitoluene butilato). BVO (olio begetale brimurato) che si mette nelle bibite e nei scucchi di frutta.

LO ZUCCERO E IL SALE: all'inizio del XX sec la gente mangiava 5 volte meno zuccheri di adesso: lo zucchero è una bianca maledizione dell'umanità, che fa danni al cuore, ai polmoni, ai reni e allo stomaco. Dimeticate le bibite gassate e le limonate.

Il sale: è molto pericoloso fare merende, soprattutto se avete fame, con i chips, i pop corn o con le nocciole salate.

LA RICETTA DELLA LUNGA VITA DI MEMERSKI:

1. Non consumate più calorie di quante ne spendete.
2. Mangiate una mela al giorno.
3. Bevete l'acqua scongelata e le tisane
4. Lavorate attivamente
5. Fate una doccia al giorno
6. Dormite in una stanza fresca
7. Nei festivi camminate a piendi o andate in bici
8. Circondatevi dagli amici, ridete, gioite, non rifiutate il sesso
9. Non pensate mai e non dite che state invecchiando.http://www.corriere.it/cronache/17_marzo_30/occhio-resto-monete-thailandesi-posto-due-euro-l-allarme-roma-97471552-1516-11e7-9957-bbceb60275cc.shtml?refresh_ce-cp

www.thelivinspirits.net
https://www.facebook.com/profile.php?id=100009267498197


https://www.change.org/p/papa-francesco-appello-per-il-diritto-alla-verit%C3%A0-su-emanuela-orlandi-12c161bb-3d9c-4edb-a3e1-ed8bed720b3c?recruiter=11519061&utm_source=share_petition&utm_medium=email&utm_campaign=share_email_responsive

Thanks!
tullia
http://sauraplesio.blogspot.

Silvana De Mari, chirurgo, endoscopista, psicoterapeuta, sembra
proprio non aver paura di comportarsi in modo politicamente non
allineato, a proposito di omosessualità, politiche gender e leggi pro
gay. Famosa è stata la sua intervista su La Verità (che non dispone di
un suo sito on line)-------
 http://terrarealtime.blogspot.it/2017/03/terremoto-m-35-nel-nord-italia.html?m=1

Tramite Marianna Ancona 

 
 Migranti, Procuratore di Catania: Ong nascono dal nulla e hanno fiumi di denaro

CRONACA, NEWS giovedì, 30, marzo, 2017

Allarmante la denuncia del procuratore di Catania Zuccaro: chi dà i
soldi alle Ong per noleggiare navi, acquistare droni, arrivare a poche
miglia dalla Libia per caricare gli immigrati e portarli in Italia?
Parliamo di un’attività tutt’altro che marginale, confermata dai dati
che il Governo ha fornito ieri in Parlamento rispondendo al question
time di Fratelli d’Italia: circa il 30% dei 181450 immigrati sbarcati
nel 2016 sulle nostre coste è stato soccorso da ‘assetti navali’
appartenenti alle Ong.

FdI pretende chiarezza e rinnova la sua richiesta al Governo: fermi
subito l’attività di queste organizzazioni per stroncare qualsiasi
ipotesi di favoreggiamento dell’immigrazione incontrollata e di
traffico di esseri umani.

Che vergogna, scrive scrive su Facebook Giorgia Meloni (Fdi)


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.