sabato 22 aprile 2017

i link di Maria Doss

(VIDEO) Ragazzo Romano Fa Un VIDEO Contro l’ISIS: Sentite Cosa Ha Da Dire Agli ITALIANI! di Fatto Web – Le ultime parole di Steve Jobs –L’ultimo desiderio: leggetela, è bellissima!


(VIDEO) Ragazzo Romano Fa Un VIDEO Contro l’ISIS: Sentite Cosa Ha Da
Dire Agli ITALIANI! di Fatto Web · Pubblicato 21 gennaio 2017 ·
Aggiornato 21...
ilfattodalweb.com

.https://www.facebook.com/News.in.MoVimento.dal.Web/posts/1313135228768637


Ecco le ULTIME PAROLE di Steve Jobs prima di morire: vi faranno TREMARE l’anima!

di Fatto Web · 15 aprile 2017


– Le ultime parole di Steve Jobs –

Ho raggiunto l’apice del successo nel mondo degli affari.

Agli occhi altrui la mia vita è stata il simbolo del successo.

Tuttavia, a parte il lavoro, ho una piccola gioia. Alla fine, la
ricchezza è solo un dato di fatto al quale mi sono abituato.*

In questo momento, sdraiato sul letto d’ospedale e ricordando tutta la
mia vita, mi rendo conto che tutti i riconoscimenti e le ricchezze di
cui andavo così fiero, sono diventati insignificanti davanti alla
morte imminente.

Nel buio, quando guardo le luci verdi dei macchinari per la
respirazione artificiale e sento il brusio dei loro suoni meccanici,
riesco a sentire il respiro della morte che si avvicina…

Solo adesso ho capito, una volta che accumuli sufficiente denaro per
il resto della tua vita, che dobbiamo perseguire altri obiettivi che
non sono correlati alla ricchezza.

Dovrebbe essere qualcosa di più importante:

per esempio le storie d’amore, l’arte, i sogni di quando ero bambino…

Non fermarsi a perseguire la ricchezza potrà solo trasformare una
persona in un essere contorto, proprio come me.

Dio ci ha dato i sensi per farci sentire l’amore nel cuore di ognuno
di noi, non le illusioni costruite dalla fama.

I soldi che ho guadagnato nella mia vita non li posso portare con me.

Quello che posso portare con me sono solo i ricordi rafforzati dall’amore.

Questa è la vera ricchezza che ti seguirà, ti accompagnerà, ti darà la
forza e la luce per andare avanti.

L’amore può viaggiare per mille miglia. La vita non ha alcun limite.
Vai dove vuoi andare. Raggiungi gli apici che vuoi raggiungere. E’
tutto nel tuo cuore e nelle tue mani.

Qual è il letto più costoso del mondo? Il letto d’ospedale.

Puoi assumere qualcuno che guidi l’auto per te, che guadagni per te,
ma non puoi avere qualcuno che sopporti la malattia al posto tuo.

Le cose materiali perse possono essere ritrovate. Ma c’è una cosa che
non può mai essere ritrovata quando si perde: la vita.

In qualsiasi fase della vita siamo in questo momento, alla fine
dovremo affrontare il giorno in cui calerà il sipario.

Fate tesoro dell’amore per la vostra famiglia, dell’amore per il
vostro coniuge, dell’amore per i vostri amici…

Trattatevi bene. Abbiate cura del prossimo.



L’ultimo desiderio: leggetela, è bellissima!

di Fatto Web · Pubblicato 21 gennaio 2017 · Aggiornato 21 aprile 2017

Un detenuto risultante condannato alla sedia elettrica ed in attesa di
esecuzione, chiede quale suo ultimo desiderio una penna ed un foglio.
La storia che qui di seguito vi raccontiamo è davvero molto toccante,
ed in verità la trama è semplice, ma è il contenuto di quel che il
detenuto scrive l’elemento centrale che suscita interesse: una lettera
alla madre.*

La lettera in questione, recita le seguenti parole:

“Mamma, se su questo mondo ci fosse maggiore giustizia, saremmo in due
oggi a risultare condannati, e non solamente io. Tu, esattamente
quanto me, sei colpevole, e sei anzi colpevole anche della vita che io
perderò.

Ricordi quando ho rubato e poi portato a casa la bici di un ragazzo?
Mi hai aiutato a nasconderla per non farla trovare a papà affinché non
mi punisse.

Ricordi quando ho rubato i soldi dal portafoglio del vicino? Li hai
spesi assieme a me, nel centro commerciale.

Ricordi quando hai avuto un litigio con mio padre, e lui è andato via?
Mi voleva solo correggere, perché anziché studiare avevo copiato il
compito, e alla fine sono stato scoperto e pure espulso.

Ti sei messa contro mio padre, contro i maestri, e alla fine io non ho
imparato mai nulla, solo a delinquere.

Mamma, io prima ero solo un bambino, in seguito sono divenuto un
adolescente problematico e adesso rappresento un uomo intollerante e
aggressivo.

Io avevo solo bisogno di correzione, non di approvazione.

Nonostante questo, io ti perdono! Chiedo solamente che tu faccia
leggere questa lettera a quante più persone possibili nel mondo,
perché sappiano di avere la responsabilità di dover crescere un figlio
facendolo diventare un uomo, che avrà la facoltà di agire sia nel bene
che nel male…

Grazie mamma per avermi dato la vita e avermi aiutato a perderla.

Firmato: il tuo figlio delinquente.”

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.