domenica 19 marzo 2017

link

Visto l’Olanda? L’effetto Erdogan c’è stato. Ma contro Wilders

Ora si sprecano le interpretazioni sul voto in Olanda, dove il
centrodestra ha vinto e il candidato antiestablishment Wilders ha
ottenuto meno voti del previsto. In termini di comunicazione e di
strategie elettorali, l’analisi è piuttosto semplice, benchè, a prima
vista, paradossale. A favorire questo risultato è stata la crisi con
il premier turco Erdogan.

Immagino la reazione del lettore: ma come? Tutti dicevano che la
polemica con il governo turco avrebbe favorito Wilders… Infatti questo
suggeriva il ragionamento più immediato. Della serie: la Turchia e gli
islamici mostrano la loro arroganza. Dunque Wilders ha ragione, dunque
gli elettori lo voteranno in massa.

E invece non funziona così. Come accennavo in un tweet qualche giorno
fa, è stato il premier uscente Rutte a capitalizzare l’effetto Erdogan
per due ragioni. La prima: è stato il suo governo a vietare ai
ministri turchi la possibilità di fare un comizio in piazza a
Rotterdam e a tenere il punto con fermezza. Il messaggio lanciato agli
elettori era esplicito: vedete? Non è solo Wilders a opporsi all’Islam
più estremo, quando si supera il segno ANCHE noi abbiamo gli
attributi.

La seconda ragione riguarda lo spirito di un popolo. Quello olandese
tende all’unione nei momenti difficili, quando c’è da fare dei
sacrifici accantona le differenze. Come spiega Andrea Nicastro sul
Corriere della Sera, il cosiddetto polder model ovvero la necessità di
collaborare tra comunità diverse per mantenere aperti i canali di
drenaggio e le pompe che impediscono al mare di riconquistare spazio.
«Senza il pragmatico sforzo collettivo dei suoi abitanti, i Paesi
Bassi oggi avrebbero una superficie pari alla metà di quella che
hanno», ha ricordato Rutte.

E nell’impeto della polemica con Ankara molti elettori hanno
privilegiato – da veri olandesi – la solidarietà con un premier che,
seppur geneticamente scialbo, forse per la prima volta in vita sua ha
mostrato coraggio e fermezza nel difendere i valori del Paese di
fronte all’arroganza dei turchi. Dunque chi fino a una settimana fa
pareva intenzionato a votare per Wilders, all’ultimo minuto ha scelto
Rutte.

Tutti fenomeni, naturalmente, che i sondaggi hanno avuto difficoltà a
cogliere; a conferma che, nell’epoca ell’elettore liquido e dei social
media, questi non sono più gli strumenti migliori per cogliere le
tendenze elettorali.

A livello globale questo risultato segna, ovviamente, una battuta
d’arresto dei movimenti antiélite, dopo tre vittorie travolgenti in
occasione della Brexit, dell’elezione di Trump e del successo del no
al referendum costituzionale in Italia. Una battuta d’arresto, non
certo la fine. Perché le ragioni che inducono milioni di elettori in
tutto il mondo occidentale a cercare risposte alternative restano
intatte. Quel disagio è profondo e senza soluzioni concrete esploderà
di nuovo. In un’Olanda dove la disoccupazione è sotto il 5% e con un
Pil al 2%, la rabbia degli elettori era evidentemente meno intensa che
altrove, e la crescente popolarità di un leader come Wilders era
motivata soprattutto dalla sfiducia nei confronti della Ue e dalla
paura per l’immigrazione islamica.

Se non si fosse messo di mezzo Erdogan, in extremis, il risultato
sarebbe stato meno confortante per l’establishment.
 http://www.altrogiornale.org/liberamente-schiavi/

 http://sadefenza.blogspot.it/
/rituali-satanici-e-abusi-tro…
SIGNORA DI 86 ANNI SCRIVE UNA LETTERA DA “PREMIO NOBEL” AL DIRETTORE
DELLA BANCA. (LEGGETELA…)

di Fatto Web · 17 marzo 2017



Egregio signor direttore, le scrivo per ringraziarla di aver bloccato
il mio assegno con cui ho tentato di pagare il mio idraulico il mese
scorso. Secondo i miei calcoli, dal momento in cui ha controllato se
c’erano i fondi fino all’arrivo di essi, erano passati appena 3
nanosecondi. Mi riferisco naturalmente all’accredito automatico
mensile della mia pensione… un accredito che, lo ammetto, avviene
puntualmente da “soli” 8 anni.Le faccio inoltre i complimenti per
quelle 30 euro scalati dal mio conto a titolo di sanzione per il
disagio causato alla sua banca.Le confesso che questo spiacevole
incidente mi è servito per rivedere e cambiare il mio approccio al
mondo finanziario. Io rispondo personalmente alle vostre lettere e
alle vostre telefonate, al contrario, quando sono io a contattarvi, mi
ritrovo sempre a che fare con un’entità impersonale fatta di lunghe
attese e voci pre-registrate… questo è quello che ormai è diventata la
sua banca!D’ora in poi anche io, come lei, scelgo di rivolgermi
soltanto ad una persona in carne e ossa.D’ora in poi mutui e prestiti
non verranno più pagati automaticamente, ma tramite assegno spedito
alla vostra banca e indirizzato personalmente a un vostro dipendete da
nominare.Come lei saprà benissimo, è REATO ai sensi della legge aprire
una busta intestata ad un’altra persona. Allego a questa lettera un
modulo di contatto che un suo dipendente dovrà compilare per la
ricezione dei miei assegni.Mi dispiace che il modulo sia lungo ben 8
pagine, ma ho bisogno di sapere tanto sul suo dipendente quanto la sua
banca vuole sapere di me, non c’è alternativa.E’ pregato di notare che
tutte le copie delle cartelle cliniche del suo dipendente devono
essere controfirmate da un notaio, e dei dettagli riguardanti la sua
situazione finanziaria (reddito, debiti, attività e passività) devono
essere accompagnate da prove documentate.A tempo debito, a mio
piacimento, rilascerò al suo dipendente un codice PIN che lui/lei
dovrà utilizzare prima di mettersi in contatto con me. Mi dispiace che
il codice sia lungo 28 cifre, esattamente il numero di pressioni che
faccio per accedere al mio saldo del conto tramite il vostro servizio
telefonico.Come si suol dire, l’imitazione è la più sincera forma di
adulazione!Vorrei aggiungere qualche altro piccolo appunto. Quando mi
chiama è pregato di premere i tasti come segue:

#1 Per fissare un appuntamento.

#2 Per richiedere un mancato pagamento.

#3 Per trasferire la chiamata nel mio soggiorno, nel caso io sia li.

#4 Per trasferire la chiamata nella mia camera da letto, nel caso stia dormendo.

#5 Per trasferire la chiamata nel mio bagno… nel caso sia impegnata
nei miei bisogni fisiologici.

#6 Per trasferire la chiamata al mio cellulare, se non sono a casa.

#7 Per lasciare un messaggio sul mio computer, verrà richiesta una
password per poter accedere al mio computer.

#8 Per tornare al menù principale.

#9 Per fare un reclamo.

A volte si troverà di fronte a delle lunghe attese, ma non si
preoccupi! Una musica melodica le farà compagnia per tutta la durata.

Le faccio i miei più sinceri auguri per un felice, anche se spero meno
prosperoso economicamente, anno nuovo.

Una sua umile Cliente

E si ricordi: mai complicare la vita ad una persona anziana.
Innanzitutto non ci piace sentirci vecchi, quindi non ci vuole molto
per farci incazzare…”
************************************************************
Gli europeisti non vi fanno votare.
Il parlamento italiano è fatto da nominati.
Quello europeo non ha potere legislativo.
Gli europeisti vogliono un gigantesco stato centralista non elettivo
sulla pelle di 500 milioni di cittadini.
Gli europeisti hanno distrutto la democrazia....
E' ora di riprendercela.
Arrestando e processando i criminali europeisti del Quarto Reich
germanocentrico. (VZ)

file:///C:/Users/FreePC/AppData/Local/Temp/crimine%20contro%20l'umanita.htm

https://www.davidpuente.it/blog/2017/03/01/scambiare-rihanna-la-figlia-della-kyenge-e-grosso-problema-e-danneggia-grillini/
  http://www.videoelinkdivertenti.com/massimo-dalema-bari-esplode-la-rabbia-dei-cittadini-esasperati-guardate-cose-accaduto/

tramite Maria.D

Nessun commento:

Posta un commento