lunedì 23 gennaio 2017

potente meditazione cinese di illuminazione silenziosa


Ia potente meditazione cinese di illuminazione silenziosa
Lunedi, 23 ° gennaio, il 2017 05:58



da Guo Gu; UPLIFT

Praticare Silenzio e chiarezza simultaneamente

illuminazione silenziosa è una pratica buddista che può essere fatta risalire non solo a Huineng (638-713), il sesto patriarca di Chan, e altri maestri cinesi, ma anche ai primi insegnamenti del Buddha. Nella tradizione Chan, illuminazione silenziosa viene indicato come mozhao, dai caratteri cinesi mo (silenzioso) e Zhao (illuminazione).

illuminazione silenziosa è la pratica simultanea di quiete e chiarezza, o quiescenza e luminosità. E 'simile alla pratica di shamatha (' calma dimorante 'meditazione) e vipashyana (' chiaro insight 'meditazione), a patto che non consideriamo questi sequenziale gli uni agli altri; prima la pratica shamatha e poi la pratica vipashyana. In silenzio c'è illuminazione; in silenzio, la chiarezza è sempre presente.

Huineng è stato il sesto e ultimo patriarca del Buddismo Chan.

Siamo già illuminato

La tradizione Chan di solito non vedere i passaggi o fasi. Il suo insegnamento centrale è che noi siamo intrinsecamente svegli; la nostra mente nel suo stato originale è senza rispettare, fissazioni, e vessazioni, e la sua natura è senza divisioni e le fasi. Questa è la base della vista Chan di illuminazione improvvisa. Se la natura della nostra mente non fosse già libero, ciò implicherebbe che potremmo diventare illuminato solo dopo che abbiamo praticato, che non è così. Se è possibile ottenere l'illuminazione , allora è possibile perdere pure.
Si consideri una stanza, che è naturalmente spaziosa. Tuttavia si organizzano i mobili della stanza, questo non influenzerà la sua ampiezza intrinseca. Siamo in grado di mettere in su pareti per dividere la stanza, ma sono temporanei. E se lasciamo la stanza pulita o disordinato e disordinato, non influenzerà la sua spaziosità naturale. La mente è anche intrinsecamente spaziosa. Anche se siamo in grado di farsi prendere in nostri desideri e avversioni, la nostra vera natura non è influenzato da queste vessazioni. Noi siamo intrinsecamente libera.

Come una grande sala, non importa come 'arredato', la nostra mente rimangono intrinsecamente spazioso.

Nella tradizione Chan, di conseguenza, la pratica non si tratta di produzione di illuminazione. Ci si potrebbe chiedere, "Allora che ci faccio qui, la pratica?" Perché pratica aiuta a ripulire il 'mobili' nella 'stanza'. Con non associare ai vostri pensieri, si rimuove i mobili, per così dire. E una volta che la vostra mente è pulita, invece di fissarsi sulle sedie, tavoli, e così via, si vede la sua spaziosità. Poi si può lasciare che il mobile sia, o, in alternativa, è possibile riorganizzare in qualsiasi modo si desidera, non per se stessi, ma per il bene degli altri nella stanza.

Il modo migliore per praticare illuminazione silenziosa è quello di sedersi senza dipendenza da occhi, orecchie, naso, lingua, corpo, o la mente. Ci si siede senza rispettare nessuna parte, fabbricare qualsiasi cosa, o di cadere in uno stato di torpore. È non entra in assorbimento meditativo né dar luogo a pensieri sparsi. In questo momento, la tua mente è- solo vigile ed ancora, chiaro e senza inganno. Tuttavia, per molti praticanti, un tale standard può rivelarsi troppo alto.

Permettere che la tua mente di essere-veglia ed ancora, chiaro e senza inganno semplicemente.

Tre fasi di Silent illuminazione.

La pratica di illuminazione silenziosa, insegnato dal Maestro Sheng Yen, può o meno essere diviso in tre fasi: mente concentrata, la mente unificata, e nessuna mente. All'interno di ogni fase sono infinite profondità. Non c'è bisogno di passare attraverso tutte le fasi, né sono necessariamente sequenziale.

1. Concentrato Mente

La prima fase della pratica è solo imparare a sedersi, senza cercare di raggiungere questo o di sbarazzarsi di questo. Basta sedersi con chiarezza e semplicità nel momento. In cinese, questo è chiamato dazuo Zhiguan, che significa 'appena importa seduti'.

Per sedersi semplicemente è essere consapevoli che si è seduti. Quando si è seduti, si può sentire la presenza di tutto il tuo corpo-la sua postura, peso, e altre sensazioni. 'Appena seduto' mezzi, per lo meno, si sa chiaramente che tutto il corpo è lì. Ciò non significa badando alcuna particolare parte del corpo-gambe, braccia, o la postura, o sensazione di ogni sensazione del corpo. L'idea è quella di essere a conoscenza della totalità generale della vostra esperienza di seduta. Il corpo è seduto; lo sai. Questo significa che la vostra mente è seduto, troppo. Così il corpo e la mente sono insieme come si sta seduti. Se non sai che stai seduto, allora non stai seguendo il metodo.

Questo metodo è sottile; non è come contare respiri da uno a dieci, che è molto concreto. Ma questo non significa che non c'è niente da fare. C'è sicuramente qualcosa da fare: Sit!

Invece di concentrarsi sul respiro o del corpo, semplicemente essere consapevoli di seduta.

Questo metodo non comporta contemplare, osservando pensieri o scansione continuamente il corpo. Invece, si tratta di badare l'atto di sedersi, stare con quella realtà di momento in momento in momento. Quando si mente il vostro soggiorno, il vostro corpo e la mente sono naturalmente insieme. Non si guarda il corpo o immaginate come se si sta cercando dall'esterno, in quanto questo è un tipo di costrutto mentale.

Quando si pratica con mente e intensamente, senza lacune, per mezz'ora, il vostro corpo potrebbe diventare madido di sudore. Ma questo, modo tradizionale teso di praticare il metodo non è adatto per la maggior parte professionisti di oggi, perché tanti sono già stressato nella vita quotidiana. (Un altro limite del modo di tensione è che non può essere sostenuta per un lungo periodo di tempo, mezz'ora ad un'ora al massimo.) Quindi è generalmente consigliabile praticare il metodo in modo rilassato pur continuando ad essere pienamente consapevoli che si 're seduto.

Arrivare a conoscere il proprio corpo, e imparare a rilassarsi esso, può liberarvi da tendenze abituali e le emozioni negative. Si può notare che quando sorgono pensieri vaganti, alcune parti del tuo corpo irrigidirsi. Lo stesso vale per le profonde emozioni, da inoltrarsi in luoghi particolari del corpo. Spesso, le persone vivono la loro vita in modo tale che i loro corpi e le menti sono scissione; fanno una cosa con i loro corpi, mentre la loro mente è altrove. Praticare questa prima fase aiuta il corpo e la mente di essere più unificato.

Se in bottiglia invece di liberato, le nostre emozioni rimangono depositate nei nostri corpi.

Quando si è vigile e chiaro in ogni momento, e non raggiunto con pensieri vaganti, queste diminuiscono di propria iniziativa. Queste diminuiscono perché la vostra mente discriminante, che è legato ad al sé, diminuisce. La vostra mente discriminante diminuisce perché sei a conoscenza della totalità del corpo, come si è seduti. Senza pensieri vaganti, non sono afferrare a questo e quello, non attratti da o respinto da particolari sensazioni. La concentrazione sviluppato nella prima fase di illuminazione silenziosa non è un focus su un punto della mente, ma una presenza aperta, naturale e chiaro. E 'la concentrazione accompagnato dalla saggezza.

2. Mente unificata

Quando la vostra mente discriminante diminuisce, il vostro senso stretto del sé diminuisce pure. Nel campo della consapevolezza-che è dapprima la totalità del corpo-naturalmente apre per includere l'ambiente esterno. Dentro e fuori diventare uno. In principio, si può ancora notare che il suono proviene da una certa direzione o che la vostra mente segue eventi distinti all'interno dell'ambiente, come qualcuno che si muove. Ma, come si continua, queste distinzioni dissolvenza. Sei a conoscenza di eventi intorno a voi, ma non lasciare tracce. Non è più la sensazione che l'ambiente è là fuori e tu sei qui. L'ambiente non costituisce una opposizione o onere. Semplicemente è. Se siete seduti, allora l'ambiente si è seduto. Se hai lasciato il tuo posto e sono a piedi circa, quindi l'ambiente è ancora, in tutte le vostre azioni. Questa esperienza, la seconda fase di illuminazione silenziosa, si chiama l'unità di sé e degli altri.

Riesci a sentire ancora i suoni? Sì. Si può ottenere fino ad avere un bicchiere d'acqua o di urinare? Ovviamente. C'è mentazione? Sì. Avete pensieri come avete bisogno loro di rispondere al mondo, ma non sono auto-referenziale. La compassione sorge naturalmente quando è necessario; non ha nulla a che fare con l'emozione. C'è un'intimità con tutto intorno a te che va oltre le parole e descrizioni. Quando si urina, il corpo, l'urina, e servizi igienici non sono separati. Infatti, tutti voi avete un dialogo meraviglioso!

Nella seconda fase, c'è una intimità con tutto intorno a te.

In questa fase, si vede chiaramente ciò che deve essere fatto. Si vede come rispondere, ma senza alcun punto di riferimento o di opposizione. Se si sente un uccello, sei l'uccello. Quando si interagisce con una persona, la vostra mente non si agita. Si vede le cose come uno; essi sono parte di te, e tu sei parte di essi. Non che si pensa sia "Sono parte di me e sono davvero grande! Includo il mondo intero "né è che si dissolve nell'ambiente esterno!; Non sapere chi sei più. E 'solo che il senso di auto-riferimento è diminuita e gli oneri di vessazioni normali hanno temporaneamente scomparso.

Ci sono progressivamente stati più profondi di questa seconda fase. Quando si entra in uno stato in cui l'ambiente è che si siede, l'ambiente può diventare infinita e senza confini, determinando uno stato di unità con l'universo. Il mondo intero è il vostro corpo seduto lì. Il tempo passa in fretta e lo spazio è illimitato. Non sono coinvolti nei particolari dell'ambiente. C'è semplicemente apertura mentale, la chiarezza, e un senso di infinito. Questa non è ancora la realizzazione di nessuna auto; è l'esperienza di grande auto.

Gli Stati sottili di Samadhi

A questo punto, si possono verificare tre esperienze più sottili, tutte relative al senso di grande sé. Il primo è luce infinita. La luce che si è, e si verifica un senso di unità, l'infinito, e la chiarezza.

Si può provare sentimenti di infinito, la chiarezza e unicità.

La seconda esperienza è il suono infinito. Questo non è il suono di autoveicoli, cani, o qualcosa di simile. Né è come la musica o qualsiasi altra cosa tu abbia mai sentito. È un suono elementale primordiale, che è uno con l'esperienza di vastità. E 'armonico in tutti i luoghi, senza alcun riferimento o di attribuzione.

La terza esperienza è vacuità. Ma questo non è il vuoto di auto-natura o del non-io, che costituirebbe l'illuminazione. Questo è un ampio nullità in cui non vi è altro che il puro vastità dello spazio. Anche se non si verifica un senso di sé, una forma sottile di sé e oggetto esiste ancora.

Si può provare un senso di vastità; un ampio vacuità.

Questi stati progressivamente più profondi sono tutti legati a stati samadhi. Quando emergono da loro, si deve cercare di non pensare a loro più perché sono abbastanza allettante. Dite a voi stessi: "Questo stato è ordinario; non è esso. "Altrimenti, che porterà ad un'altra forma di attaccamento.

Si potrebbe essere nella fase iniziale della seconda fase di illuminazione in silenzio per qualche minuto o qualche mese. Durante questo tempo, niente che, quando ostacola si è seduti, si sente l'ambiente che si è; quando si cammina su, ci si sente in contatto con l'ambiente. Nella fase successiva della seconda fase, si può anche pensare di essere illuminata perché i livelli più profondi della unicità sono così profondi. I praticanti a volte pensano di aver improvvisamente diventati più intelligenti o compreso tutte le scritture.

Tutti questi stati di chiarezza sono meravigliosi; ti danno una forte convinzione nella utilità del Buddhadharma e la possibilità di uno stato libero da vessazioni. Tuttavia, ancora non rappresentano la chiarezza della terza fase-la realizzazione di illuminazione silenziosa. Affezionarsi a uno qualsiasi di questi stati e sarete più lontano dalla loro. Tutti loro deve essere lasciato andare .

E 'importante ricordare di non affezionarsi a uno di questi stati.

3. No Sé, No Mind

La chiarezza della seconda fase è come guardare attraverso una finestra senza macchia. Si può vedere attraverso di esso molto bene, quasi come se la finestra non ci fosse, ma è lì. Nella seconda fase, l'auto diventa dormiente ma sottile al sé è presente. In altre parole, vedere attraverso una finestra, anche una molto pulita, non è la stessa di vedere attraverso una finestra a tutti. Vedere attraverso nessuna finestra è un modo di descrivere lo stato di illuminazione, che è la terza fase. In assoluta chiarezza, la mente è immobile. Perché? Perché non c'è nessuna mente autoreferenziale.

La terza fase di illuminazione silenziosa è la realizzazione di quiescenza e di veglia, la quiete e la consapevolezza, samadhi e prajna; che sono tutti modi diversi per descrivere stato naturale della mente. Vivere per la prima volta è come cadere improvvisamente un migliaio di sterline dalle spalle-i pesanti oneri di auto-attaccamento, vessazioni, e tendenze abituali. Prima di questo, non si può sapere esattamente ciò che auto-allegato o vessazioni sono. Ma una volta che siete liberi da loro, li riconosci chiaramente.

Si liberarsi dal peso di attaccamento e tendenze abituali in questa fase.

La chiave è Practise

Self-attaccamento, vessazioni, e tendenze abituali sono profonde. I medici devono lavorare sodo per provare ancora e ancora l'illuminazione, fino a quando si può semplicemente riposare in stato naturale della mente. La chiave è quella di praticare diligentemente, ma cercare alcun risultato.

Praticando in questo modo, la nostra vita a poco a poco diventa completamente integrato con saggezza e compassione, e anche le tracce di 'illuminazione' svanire. Siamo in grado di offrire noi stessi a tutti, come un faro, per aiutare tutti coloro che vengono nostro modo; rispondendo alle loro esigenze senza artificio. Questa è la perfezione di illuminazione silenziosa.

Si potrebbe chiedere: "Mi sono allenato per dieci anni ormai esattamente quando è questo sta per succedere a me?" La differenza tra illusione e l'illuminazione è solo un momento di distanza. In un istante, si può essere liberi dai costrutti della vostra identità e vedere attraverso il velo delle tue invenzioni.

Ricordate che la pratica è molto di più che seguire un metodo particolare o passare attraverso fasi su un percorso. Pratica è la vita e tutti i suoi 'mobili'. Practise ci aiuta a vedere la camera e non attacchiamo ai mobili. L'illuminazione non è qualcosa di speciale: è la libertà naturale di questo momento, qui e ora, senza macchia dalle nostre invenzioni.

Nessun commento:

Posta un commento