mercoledì 7 settembre 2016

LA LEGGENDA DELLA VALLE DEI SETTE MORTI





LA LEGGENDA DELLA VALLE DEI SETTE MORTI …..
….La storia racconta di 7 uomini, sette pescatori, che erano a bordo del loro bragozzo ormai da ore, intenti a lanciar le reti a mare e a ritirarle a bordo gonfie d’acqua e di pesci .Ad un tratto, la rete si fa pesante: è segno che si è pescato finalmente qualcosa di degno. E pian piano, con gran forza di braccia, issano le reti pesanti… ma il sorriso si spegne subito: impigliato tra le maglie c’è il corpo di un annegato. Non è la prima volta che si ritrovano a pescare il cadavere di qualche povero sventurato e, quindi, la cosa non li turba molto, se non fosse che, superstiziosi, lo prendono come rpesagio di sventura: non si liberano subito del corpo, ma lo appoggiano dentro il bragozzo, vicino all’albero.
Cominciano di nuovo a darsi da fare con le reti, i 7 uomini, ma è un attimo e il cielo si scurisce, comincia a soffiare il vento e a rombare il tuono. In breve dei lampi cominciano a illuminare il cielo dell’imbrunire, fino allo sfogarsi della bufera. La piccola barca beccheggia tra le onde .La tempesta si placa quando la piccola imbarcazione raggiunge l’imboccatura di una valle da pesca e, nell’oscurità, s’intravede il lume di un casòn*, dove si supponeva si sarebbe trovato cibo e ristoro.

Invece, nel casòn, in quel momento c’è solo un ragazzino, tale Zanetto che, orfano, era stato abbandonato lì dai suoi padroni. Zanetto è in quel casòn già da qualche giorno, lui e il suo cane, in balìa di se stesso, pieno di fame, di fredo e di paura. Quando vede entrare i 7 pescatori, Zanetto si leva dal suo piccolo giaciglio, tutto speranzoso… ma la speranza dura poco quando vede i visi truci di quei 7, per i quali Zanetto sembra non esistere. Entrano, accendono un fuoco, mettono a bollire dell’acqua per far della polenta con la poca farina raccimolata. In tutto ciò nemmeno rivolgono la parola a Zanetto. La polenta è pronta: i 7 la rovesciano direttamente sul tavolo e cominciano a spartirsi il pasto fumante, mentre Zanetto dal suo angolo, stringendo il cagnolino, li guarda zitto e tremante, con l’acquolina in bocca.

Ma poi al fame fa trovar a Zanetto il coraggio. S’avvicina al tavolo e chiede d’aver una fetta di polenta. All’inizio i 7 non lo badano nemmeno, poi, quando Zanetto tenta d’allungar la mano sul tavolo, uno gli afferra il polso e gli dice: “Fermo lì, se vuoi guadagnarti la tua fetta, vai in barca e chiama il nostro compagno che s’è addormentato!”
Zanetto corre fuori come un pazzo, tra le risate di scherno dei 7uomini.Zanetto arriva in barca, vicino all’albero e trova l’uomo che sembra dormire del sonno dei giusti: lo squote, ma nulla. Allora torna dentro e racconta ai 7 che l’altro non ha intenzione di svegliarsi e supplicandoli di dargli qualcosa da mangiare che sta morendo di fame. Niente da fare: ancora gli dicono che deve svegliare quello in barca o nulla.
Zanetto torna in barca, scuote l’uomo, piange e supplica: “Vi prego, vi scongiuro, signore, svegliatevi! Se non venite dentro con me i vostri amici non mi daranno niente da mangiare e io sto morendo di fame!”Ed ecco che il morto volta la testa, apre gli occhi, guarda con tenerezza il ragazzo e si alza. “Va bene, entriamo -dice- fa strada tu”

Zanetto si avvia al casòn, varca la soglia e i 7 lo guardando beffardi: “E allora?” e Zanetto risponde: ” Sta arrivando, adesso viene!”Gli uomini scoppiano a ridere d’un colpo solo. Ma quando alle spalle del ragazzo appare il morto, il riso di colpo muore e le facce si fanno terree. Qualcuno cade in ginocchio ed invoca pietà.
E’ allora che il morto punta il dito contro i 7 e dice: “Chi fa soffrire un innocente senza ragione e non ha compassione delle disgrazie altrui, non merita misericordia e pietà. Voi siete la eprsonificazione dei sette peccati. Sia salvo il bambino che è l’innocenza, sia salvo il cane che è la fedeltà!” E puntando l’indice scarno nomina ad uno ad uno questi peccati e ad ogni peccato uno dei 7 cade a terra morto.Alla fine attorno al tavolo restano solo 7 cadaveri senza vita… Sette morti, vittime della loro stessa durezza di cuore.

International new

Nessun commento:

Posta un commento