domenica 21 agosto 2016

La morte è solo un portale

https://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=https://www.raptureready.com/featured/phillips/phillips330.html&prev=search

La morte è solo un portale (Part 1 & 2 su 5)

Domenica 21 Agosto 2016 12:40


Di Grant Phillips

Parte 1
Questo articolo è una continuazione di "La morte, e poi?", Che avevo scritto in precedenza. E 'stato portato alla mia attenzione da due fratelli in Cristo; Arch Bonnema e Scott Isert che i cristiani non stanno ricevendo molte informazioni sui temi di "morire, la morte, e l'aldilà."
Una volta che vediamo la morte per quello che è non c'è bisogno di avere paura, se siamo un cristiano. Se non è un cristiano sei, anche voi potete essere in pace con la morte, ponendo la vostra fede in Gesù Cristo, il Figlio di Dio per salvare voi e portare a casa a dove si trova.
Abbiamo bisogno di capire prima di tutto che siamo un essere vivente che risiede in un corpo terreno. CS Lewis ha detto, "Tu non hai un'anima. Tu sei un anima. . Si dispone di un corpo "L'apostolo Paolo spiega questo in modo approfondito in 1 Corinzi 15: 35-49.
"Ma qualcuno chiederà:" Come risuscitano i morti? Con che tipo di corpo verranno? "È stolto! Ciò che tu semini non prende vita, se prima non muore. E quello che semini non è il corpo che deve essere, ma un semplice chicco, di grano o di qualche altro seme. Ma Dio gli dà un corpo come ha scelto, e ad ogni tipo di seme il proprio corpo. Non ogni carne è la stessa, ma vi è un tipo per gli esseri umani, un altro per animali, un altro per uccelli, e un altro per pesci. Ci sono corpi celesti e corpi terrestri, ma la gloria del cielo è di un tipo, e la gloria del terreno è di un altro. Altro è lo splendore del sole, altro lo splendore della luna, e altra la gloria delle stelle; per stella differisce da stella in gloria.
Così è con la risurrezione dei morti. Ciò che si semina corruttibile; ciò che risorge incorruttibile. Si semina ignobile; si è sollevata in gloria. Si è seminato debole; si è sollevata in potere. Si semina un corpo animale; e risuscita corpo spirituale. Se c'è un corpo naturale, c'è anche un corpo spirituale. Così è scritto, "Il primo uomo, Adamo, divenne un essere vivente," l'ultimo Adamo divenne spirito datore di vita. Ma non è lo spirituale che è il primo, ma la natura, e poi lo spirituale. Il primo uomo dalla terra, un uomo di polvere; il secondo uomo è dal cielo. Come è stato l'uomo di polvere, così anche sono quelli che sono dalla polvere, e, come è l'uomo del cielo, così sono anche quelli che sono del cielo. Proprio come abbiamo portato l'immagine dell'uomo di terra, così porteremo anche l'immagine dell'uomo celeste. "
Così ancora una volta, non siamo il corpo, ma l'anima che ha un corpo. Noi, come anima, prima di abitare un corpo naturale portato a immagine dell'uomo di terra (Adam), e poi, come cristiano, abitare un corpo spirituale a immagine di un uomo del Cielo (Gesù). A titolo di esempio, il nostro corpo terreno è come una piccola ghianda, totalmente diverso da quello che possa un giorno diventare. Quando la ghianda è piantato, è come il nostro corpo di essere piantato nel terreno (o sul mare, etc.). Si è piantato (sepolta) come un corpo naturale o terrena. Alla fine, come la piccola ghianda, è un giorno germogliare e crescere nella quercia possente. Siamo a sua volta, un germoglio giorno da terra (Gesù ci chiama, "Vieni qui.") E la nostra anima avrà un corpo diverso, uno che è adatto per vivere in cielo (i cristiani). Quelli senza Cristo sarà dato un corpo adatto ad esistere in un inferno.
Si consideri la pianta di pomodoro. Il seme è il nostro corpo terreno. Il seme (il corpo) è sepolto nel terreno (un giardino per il pomodoro e una tomba per noi) e viene fuori come una pianta di pomodoro (corpo celeste). Il seme di pomodoro (terrena) diventa una pianta di pomodoro (celeste). Ciò che rende il seme di pomodoro un seme di pomodoro? Il fatto che può solo diventare una pianta di pomodoro che porta pomodori rende un seme di pomodoro. Non diventerà una rapa, solo un pomodoro. Un seme di ravanello non ha intenzione di coltivare pomodori. Produrrà ravanelli. Se mi trovo in un (terrena) corpo naturale o di un corpo celeste, io sono ancora me (anima). Io non ho le sembianze di un gatto o un cane, perché io sono un essere umano. Avrò la somiglianza dell'uomo naturale o spirituale; cioè Adam o di Gesù. Quando nel mio corpo naturale, rifletto Adam nella mia somiglianza. Quando nel mio corpo spirituale, dopo il mio corpo naturale muore, rifletto Gesù nella mia somiglianza.
Si noti ancora una volta l'ultimo verso, il numero 49, "Così come abbiamo portato l'immagine dell'uomo di terra, così porteremo anche l'immagine dell'uomo celeste." Sulla terra, abbiamo l'immagine terrena di Adamo. In cielo avremo l'immagine celeste di Gesù, non come piccoli dei, ma certamente senza peccato, a causa del suo lavoro e per noi. E sì, avremo un nuovo corpo, come il corpo di Gesù ', con la Sua giustizia che irradia attraverso di noi.
Così abbiamo capito che il nostro corpo terreno è solo una struttura temporanea che abitiamo. So che è difficile da concepire, perché noi esseri umani mettono tanta importanza in questo corpo. Se non ci credete, guardare la televisione per circa cinque minuti e sarete convinti.
Il titolo di questo articolo è: "La morte è solo un portale." Un portale è un ingresso o di una porta. Ecco, questo è tutto la morte è davvero. Si tratta di un ingresso in un regno che non può essere vissuto dai nostri cinque (terreni) sensi fisici. Perché? Viviamo in un mondo "terrena", e può essere sperimentata solo in modo terrena. Quando andiamo attraverso quel portale, allora saremo in grado di provare il regno celeste, che è di gran lunga più reale di quello che sappiamo ora. Questo è il motivo per cui Gesù continua a dirci di usare la fede che egli ci fornisce. In altre parole, "fido di lui." Lui sa ciò che è al di là del portale, e non avrebbe mai mentire a noi.
So che qualcuno sta morendo a chiedere, "Dal momento che non avrò il mio corpo celeste fino a dopo il Rapimento, come vi ho esperienza nulla in cielo senza un corpo?" Ricorda, siamo un'anima che attualmente vive in un corpo terreno. Noi non siamo il corpo. E 'solo una "tenda" per la nostra anima. Quando il nostro corpo terreno muore, la nostra anima, il vero noi, è ancora in vita perché tutti gli esseri umani sono esseri eterni, così in cielo non siamo più confinati e limitato dal nostro corpo terreno. In Cielo vedremo e sperimentare tutto ciò che è nel regno celeste.
Questo può essere un cattivo esempio, e se è così mi scuso, ma pensare ad esso come un "sogno". Immaginiamo il nostro corpo di andare a dormire la notte come paragonabile al nostro corpo morente. Il nostro corpo va a dormire (letteralmente) e poi sognare. Il nostro corpo va a dormire (stampi) e siamo consapevoli dei cieli e tutto ciò che comporta. Quando moriamo non è un sogno. E 'più reale di quando eravamo' svegli '. Il passaggio dalla vita alla morte è proprio così semplice. Un momento siamo nei nostri corpi terreni, e un attimo dopo siamo con il Signore, ma ancora molto vivo (la nostra anima). Solo il corpo, il corpo naturale, muore.
O se non riceviamo un qualche tipo di corpo celeste temporanea, ci sarà sicuramente visibile e riconoscibile ad altri in cielo, e noi li sapere come noi sanno.
Non pretendo in alcun modo di sapere tutto di morire, la morte e l'aldilà visto che non ci sono ancora stato, ma credo con tutto il cuore ciò che il Signore dice nella Sua Parola, e ci ha dato più di noi realizzare su queste preoccupazioni. Mentre continuo, mi fornire Scritture e commento su di loro. Si prende le Scritture (e cercare anche di più) e lasciare la guida dello Spirito Santo nella vostra comprensione. La Bibbia è la Parola di Dio. Lo Spirito Santo è il nostro (i cristiani) maestro della Parola e il nostro Consolatore. (Giovanni 14:16, 26; 15:26; 16: 7)
Per quanto riguarda la morte, Charles Spurgeon e CS Lewis ha avuto questo da dire;
"Quando arriva il momento per voi di morire, non c'è bisogno di avere paura, perché la morte non si può separare dall'amore di Dio." Charles H. Spurgeon
"È questo mondo è stato così gentile con te che si dovrebbe lasciare con rammarico? Ci sono cose migliori in vista di qualsiasi ci lasciamo alle spalle. "CS Lewis
Forse sarebbe utile per confrontare nascere al morire. Quando un bambino sta per nascere sarebbe piuttosto rimanere nei confini confortanti del grembo della madre. Non siamo allo stesso tempo quando si tratta per noi di lasciare il "ventre" di questa sfera terrena? Quando i nostri "nove mesi" sono in su, è il momento per noi di andare a vivere nel mondo reale. Una volta che si arriva a l'altro lato, non saremo mai vogliamo tornare, così come nessuno avrebbe voglia di tornare nel grembo della loro madre.
La prossima volta vedremo cosa dice la Bibbia di morire.
concessione Phillips
http://raptureready.com/featured/phillips/phillips330.html

Parte 2
Veniamo ora a quel punto in tutte le nostre vite che nessuno di noi a lungo per il vero e proprio atto di morire. Ho sentito molte persone dire che sperano muoiono nel sonno e non hanno a soffrire quando muoiono. Non c'è niente di male a sperare per questo, ma di solito non accade in quel modo. Detto questo, cerchiamo di guardare il processo della morte di che noi chiamiamo "morire".
Sono grato, e sono sicuro che siete troppo, che Dio ha pensato bene di non permettere di vedere nel futuro. Se abbiamo potuto vedere il giorno in cui moriamo e come moriamo, avremmo fare nulla a meno di preoccuparsi nel presente. Tuttavia, tale eccezione non è concessa molti di noi. Molte persone, attraverso la malattia che prende il loro corpo fisico alla tomba, ad esempio, sono ben consapevoli che stanno morendo e che il loro tempo è breve. Questo non è affatto male. Sapendo che la morte è vicina, dà molti l'opportunità di 'mettersi a posto con Dio e per impostare i loro affari in ordine.' Quindi, da questo punto di stand, sapendo che la morte è vicina, non può essere una cosa negativa.
In realtà, dal momento in cui siamo nati, il nostro corpo terreno inizia a morire fino alla morte stessa ci sorpassa. Tutto sulla terra, e anche i cieli immediati, sta morendo. Prima viene la nascita, poi una brevissima vita in relazione all'eternità, poi la morte.
"E proprio come è stabilito per l'uomo a morire una volta, dopo di che viene il giudizio, così Cristo, essendo stato offerto una volta per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza alcuna relazione col peccato, a coloro che sono . trepidante attesa per lui "(Ebrei 9: 27-28)
(Ho pensato che sarebbe gettare versetto 28, che è un forte indizio della venuta Rapture.)
Non voglio dire che tutto questo suona morbosa, ma morire per il cristiano dovrebbe essere un momento emozionante e felice. A quel punto, alla fine della nostra vita, sappiamo che siamo al portale, pronto ad attraversare ed effettivamente vedere e stare con Gesù Cristo per sempre, e anche tutta la nostra famiglia e gli amici che sono andati prima di noi e conoscere Gesù come loro Salvatore. Sì, è spaventoso e triste di lasciare dietro di coloro che amiamo, ma se sanno anche Gesù, li vedremo di nuovo ed essere con loro per sempre in cielo. Ascoltate ciò che dice il grande Apostolo Paolo non molto tempo prima di morire.
"Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede. D'ora in poi è riservata per me la corona di giustizia che il Signore, giusto giudice, premio sarà per me in quel giorno, e non solo a me, ma anche a tutti coloro che hanno amato la sua apparizione "(2 Timoteo 4:. 7 -8)
"Per me il vivere è Cristo e il morire un guadagno. Se devo vivere nel corpo significa lavorare con frutto, per me. Eppure, che io debba preferire, non posso dire. Sono messo alle strette tra i due. . Il mio desiderio è quello di partire e di essere con Cristo, il che sarebbe assai meglio "(Filippesi 1: 21-23)
Forse stiamo pensando, "Paolo era una persona eccezionale." Sì era, ma lui non è più amato da Gesù di te e di me. Tenete a mente che Paolo stava affrontando una scure che avrebbe eliminato la testa, ma non aveva paura. Voleva rimanere solo per la ragione del ministero ai santi, ma a parte questo, ha fortemente voluto andare essere con Gesù, invece.
Sta camminando fino a quel portale ancora paura? Considerate questo versetto successivo da re Davide, un uomo secondo il cuore di Dio. (1 Samuele 13:14; Atti)
"Anche se camminassi nella valle dell'ombra della morte, non temerei alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone e il tuo vincastro mi danno sicurezza ". (Salmo 23: 4)
Come ho detto prima, credo con tutto il cuore che il Signore Dio dà la grazia di morire in più Christian (comfort e la pace) quando viene il nostro momento di lasciare questo mondo. Si chiama la grazia di morire.
RB Thieme, Jr. ha avuto questo da dire su "grazia di morire:"
"La vita è appesa a un filo sottile che può essere spezzato da un momento all'altro. Fa che il pensiero si spaventa? Causa avete paura e di panico?
Dio non ha mai progettato di morire per essere orribile o spaventoso per il credente nel Signore Gesù Cristo. Al contrario, Dio progettato vostri momenti muore dalla voglia di essere il migliore, la parte più dolce della vita. In grazia di morire, egli fornisce gentilmente ogni esigenza di rendere questo un momento di suprema felicità e tranquillità, come si prevede di incontrare il Signore della gloria faccia-a-faccia.
I suoi momenti finali sono di grande valore per Dio. Sono la sua ultima opportunità per onorare la sua infallibile Parola nella tua anima. Con la dottrina della Bibbia nella tua anima, si apprezzano tutte le fantastiche benedizioni di morire grazia, in modo che i momenti finali sono glorificano a Dio. "
Richard DeHaan affermato nel nostro pane quotidiano il 23 gennaio 1996, sulla "grazia di morire:"
"Diversi anni fa ho letto un opuscolo che ha citato le parole morenti di varie persone che non professano la fede in Gesù Cristo. L'ateo inglese Thomas Hobbes ha detto, "mi prendo un salto paura nel buio!" L'infedele francese Voltaire gridò: "Io sono abbandonato da Dio e l'uomo; Andrò all'inferno! "Sir Francis Newport gemette in angoscia," Oh, l'eternità, l'eternità per sempre e per sempre! Oh, i morsi unsufferable dell'inferno! "
Quello che un contrasto che fa riflettere alle ultime parole di persone che conoscevano e amavano Cristo come loro Signore e Salvatore. Dwight L. Moody ha detto, "Questo è glorioso! Terra si allontana; il cielo si apre; Dio mi chiama! "Sir David Brewster ha dichiarato," vedrò Gesù vedremo così come egli è. Ho avuto la luce per molti anni. Oh, quanto brillante è! Mi sento così sicuro, così soddisfatti "E queste parole da un uomo di essere bruciato sul rogo:" Benedetto sia il tempo che mai sono nato per questo giorno. Noi non perdere la nostra vita in questo fuoco ", ha detto ai suoi compagni martiri", ma li cambia solo per qualcosa di meglio. "
Figlio di Dio, anche se il dolore fisico e dolore sono una parte dei nostri giorni di chiusura, il Padre celeste ci darà la grazia di morire. Quando passiamo per quella oscura valle, non dobbiamo temere. Il Grande Pastore sarà con noi.
Il tuo bastone e il personale mi sono tifo
A Vale buio della morte e ombra,
Per tu poi essere vicino a me-
Non sarò paura. -Ewing "
Dr. Ralph "Yankee" Arnold nel suo poema "Morire Grazia", ​​ha dichiarato in modo bello provvedimento di Dio per il cristiano muore.
"State tranquilli, che il Dio di ogni grazia
sarà, concedere a voi ed io, nel momento preciso in cui è necessario,
la grazia di affrontare la morte, l'ultimo grande nemico dell'uomo.
Oggi mi trovo di fronte l'ombra della morte,
che cerca la mia anima, per rubare il mio respiro.
Avrò paura dell'ignoto buio?
Devo temere la tomba, il cadavere, la tomba?
Quando il freddo freddo intenso si insinua sopra la mia anima,
Sarò ridursi nella paura, di essere insensibile, o in grassetto?
A che cosa aggrapparsi, a chi posso fidarmi?
La mia speranza è tutto andato, la mia morte è un must.
Signore, io credo che sei morto per i miei peccati,
Risorto dai morti, ed è venuta di nuovo.
Ma Signore, se muoio, prima di quel giorno felice,
È quello di essere presente con voi, quando passo di distanza.
Io non sarò dubbio nel buio, verità rivelata alla luce,
Credendo nuova grazia allieterà la mia notte.
C'è un altro mondo in cui a cantare,
Io misi i miei affetti alle cose celesti.
Ci sono quelli d'amore in cielo mi aspettano,
Per arrivarci da qui, la morte mi ha liberato.
Dove sei la morte, sto aspettando.
Si uccide solo il vecchio, perché vive di nuovo.
Rush su di me, Fai del tuo peggio,
Pianta il tuo pungiglione, iniziare la tua maledizione.
Queste lacrime che ho versato e il dolore che provo,
Sto soffrendo per Cristo, la mia gloria è sigillata.
In pochi istanti, solo un breve momento nel tempo,
Io passo da dolori della terra, alla gloria divina.
Signore, aiutami affrontare la morte, che gli altri possono vedere,
Cristo solo, sempre, vive in me.
Gloria, Alleluia, sono momenti di distanza,
Di entrare giorno eterno del cielo.
Coloro che veramente teme Dio non devono temere la morte. "
Come potrei, oppure, credere il contrario? Questo è esattamente ciò che questo verso (Salmo 23: 4) ci sta dicendo. Quando stiamo camminando verso quel portale, siamo in Ma ascoltiamo il resto, "io non temerei alcun male, perché tu sei con me" valle dell'ombra della morte. "; il tuo bastone e il tuo vincastro mi danno sicurezza. "Per il cristiano, quando siamo in preda agonizzante di morire, Gesù sta camminando con noi, fino al portale della morte e oltre. Non abbiamo nulla da temere.
"E 'il Signore che vi precede. Egli sarà con voi; egli non ti lascerà e non ti abbandonerà. Non temere o essere costernato ". (Deuteronomio 31: 8)
In questo verso, poco prima della sua morte, Moses sta dando le sue ultime parole a Giosuè, i sacerdoti e la nazione di Israele, dicendo loro di andare nella terra che Dio ha dato loro e il Signore sarà con loro.
È il Dio di Mosè e il nostro Dio lo stesso? Sì! Egli è lo stesso Dio, e se ne andrà prima di noi e non ci abbandonerà nel nostro cammino verso il cielo più di quanto li avrebbe abbandonato nel loro viaggio verso la Terra Promessa. Il cielo non è la nostra terra promessa? Poi, "Non temere o essere costernato".
Si dice che quando si muore si muore soli, ma questo non è vero per un figlio di Dio. Se moriamo in un ospedale, in un incidente d'auto, sul campo di battaglia, dove mai, non saremo soli, se siamo il suo bambino.
"Non temere, perché io sono con te; non ti smarrire, perché io sono il tuo Dio; Io ti fortifico, io ti aiuto, io ti sostengo con la mia mano destra giusti. Ecco, tutti coloro che sono infiammati contro di te saranno svergognati e confusi; coloro che si battono contro di voi sarà come nulla e periranno. Si deve cercare di coloro che sostengono con te, ma tu non li troverà; quelli che la guerra contro di te deve essere il più nulla. Poiché io, il SIGNORE, il tuo Dio, tenere la mano destra; sono io che vi dico, ". Non temere, io sono colui che ti aiuta" (Isaia 41: 10-13)
In questo passo Dio sta parlando con Israele che lui chiama il suo servo, Giacobbe che egli ha scelto, il seme di Abramo, suo amico (versetto 8). Israele era stato infedele, ma lei ancora apparteneva a Dio, e anche allora non l'avrebbe abbandonato.
Come con Israele così anche la Chiesa, Egli non ci abbandonerà. Forse non abbiamo vissuto fino al livello di giustizia che dovremmo avere, ma è ancora fedele. Possiamo avanzare verso che il pensiero portale, "O Signore, ti ho fallito in tanti modi e tante volte, come hai potuto mi vuoi adesso?" Grazie a Dio la nostra sicurezza in Lui non dipende da noi. Salva e lui continua e ci sostiene con la giustizia della mano destra. Noi siamo salvati per grazia di Dio e noi siamo tenuti per la grazia di Dio. (Efesini 2: 8-9)
"Infatti, se mentre eravamo nemici, siamo stati riconciliati con Dio per mezzo della morte del Figlio suo, molto di più, ora che siamo riconciliati, saremo salvati mediante la sua vita." (Romani 5:10)
Se ci ha amati abbastanza per riconciliarci quando eravamo il suo nemico, non sarà Egli ci ama ancora di più come il suo bambino? La morte non è la fine per noi, ma l'inizio, e la sua vita ha reso possibile.
"Ma egli, pieno di Spirito Santo, fissando gli occhi al cielo, vide la gloria di Dio e Gesù che stava alla destra di Dio. E lui disse: "Ecco, io vedo i cieli aperti e il Figlio dell'uomo che sta alla destra di Dio." Ma loro gridò a gran voce e si fermò le orecchie e corse insieme a lui. Poi lo cacciarono fuori della città e lo lapidarono. E i testimoni deposero il loro mantello ai piedi di un giovane, chiamato Saulo. E mentre lapidavano Stefano, gridò: "Signore Gesù, accogli il mio spirito". E cadendo in ginocchio, gridò a gran voce: «Signore, non tenere questo peccato contro di loro." E quando aveva detto . questo, si addormentò "(Atti 7: 55-60)
Stefano era un seguace di Cristo, che è stato lapidato da chi odiava quello che ha detto. Minuti prima di morire vide, «i cieli aperti e il Figlio dell'uomo che sta alla destra di Dio", e con il suo ultimo respirano ha chiesto il perdono dei suoi persecutori. Non aveva paura di morire. Anche quando le pietre venivano inondati contro il suo corpo, è andato in pace essere con il Signore.
"Lo Spirito stesso attesta al nostro spirito che siamo figli di Dio, e se siamo figli, siamo anche eredi; eredi di Dio e coeredi di Cristo, se veramente partecipiamo alle sue sofferenze per partecipare anche alla sua gloria." ( Romani 8: 16-17)
Mentre ci avviciniamo al portale della morte non c'è nulla per il cristiano da temere dal mondo degli spiriti. Mi riferisco a Satana e tutti i suoi angeli caduti. Possiamo stare certi che lo Spirito di Dio, lo Spirito Santo, ha il suo 'marchio' su di noi e ci trasferiremo in modo sicuro in cielo. Tutti coloro che sono di Cristo sono sigillati con una garanzia da Dio.
". Ed è Dio stesso che ci conferma con voi in Cristo e ci ha unti, e che ha anche messo il suo sigillo su di noi e ci ha dato il suo Spirito nei nostri cuori come una garanzia" (2 Corinzi 1: 21-22)
La prossima volta vedremo cosa dice la Bibbia riguardo alla morte.
concessione Phillips
E-mail: grantphillips@windstream.net

Nessun commento:

Posta un commento