martedì 21 giugno 2016

OBAMA


Con John Rolls (Reporter)

Polveriera


Martedì 21 Giugno 2016 11:54




Dal procuratore Jonathan Emord
Autore di " The Rise of Tyranny " e
" La censura globale di informazioni di salute " e
" Restore La Repubblica "
NewsWithViews.com

L'omicidio di quarantanove americani a Orlando per mano di una casa cresciuta, radicale terrorista islamico è la logica conseguenza di un presidente che si rifiuta di usare tutti i mezzi necessari per sradicare i terroristi radicali islamici all'estero. Questo presidente non solo si rifiuta di riunire la nazione, chiedere una dichiarazione di guerra, e di fare ciò che è militarmente necessario per distruggere coloro intenti a prendere vite americane, egli mostra empatia per la condizione dei terroristi detenuti a Guantanamo Bay, vedendo in forma per sostenere efficacemente la loro ranghi e causa rilasciando anche i nemici combattenti di al Qaeda più induriti e dedicato da tale impianto. Egli ha stipulato un accordo con il nostro nemico più ardente, l'Iran, uno stato sponsor del terrorismo, per cui ha ricoperto tesoro di quella nazione con centinaia di miliardi di dollari, ha permesso al paese di esercitare egemonia su Iraq e Siria, e ha praticamente assicurato si otterrà un arsenale nucleare.

Obama è un pacifista in un momento in cui la nazione richiede un comandante in capo in guerra e la guerra totale contro coloro che altrimenti continuerà a uccidere sempre più americani. Come Neville Chamberlain, Obama vive in un mondo di sogno di pace, nonostante la presenza di una guerra. Si rifiuta di mettere la nazione sul piede di guerra attraverso la ricerca di una dichiarazione di guerra da parte del Congresso contro i terroristi islamici radicali, preferendo invece a considerare gli attacchi vili di quei terroristi contro i civili come l'equivalente della criminalità organizzata nazionale, garantendo una risposta della polizia locale.

Il fallimento del presidente Obama di assumere la piena manto di comandante in capo di fronte a atti di terrorismo radicale islamico contro gli Stati Uniti ei loro alleati di cattivo auspicio per la vita degli americani in patria e all'estero. In effetti, la postura essenzialmente difensiva di Obama massimizza la probabilità che ci saranno molti più attacchi terroristici negli Stati Uniti.

Obama si rifiuta di garantire i nostri confini. Si rifiuta di dedicare tutta la potenza militare per una campagna implacabile di sterminio di terroristi in tutto il mondo. Si rifiuta di distruggere tutti i mezzi di comunicazione utilizzati dai terroristi. Si rifiuta di tagliare tutte le forniture e le finanze diretti a islamisti radicali. Si rifiuta di distruggere tutti i campi di addestramento ISIS e fabbriche di armi. La sua politica estera incoerente è un suicidio per la nostra nazione.

guerra difensiva non è vinto facilmente contro un nemico persistente composto da fanatici religiosi disposti a morire insieme con le loro vittime. I giapponesi nella seconda guerra mondiale hanno risposto alle chiamate del loro Imperatore e combattuto con zelo suicida comparabile contro le potenze alleate. Sono stati gli Stati Uniti ad aver assunto una posizione di gran parte sulla difensiva poi, la guerra nel Pacifico non sarebbe stata vinta, come prontamente o in modo decisivo. Invece, Harry Truman ha fatto quello che Obama non avrebbe mai fare per salvare innumerevoli vite americane. Ha concluso il conflitto in modo decisivo con il lancio delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki. Truman aveva ragione, e Obama è irrimediabilmente sbagliato. E 'probabile che siamo in grado di eliminare il terrorismo islamico radicale con prepotente forza convenzionale, ma Obama non ha lo stomaco, il coraggio, e senza alcun rispetto per l'America sufficiente per affrontare i nemici e vincere.

In primo luogo, questo presidente non sarà nemmeno menzionare la parola Islam radicale, per non parlare di dichiarare guerra a terroristi islamici radicali. Una dichiarazione di guerra è essenziale per mobilitare la nazione, spiegare l'ideologia perversa del nostro nemico, e si impegnano militare americana ad una battaglia incessante per stanare e sterminare ogni ultimo residuo di radicale terrorismo islamico insieme a tutti coloro che forniscono aiuto terroristi e comfort .

Infatti, invece di definire chi è il nemico e sollecitare gli americani a informare le autorità di persone che sono diventate radicalizzato e hanno preso provvedimenti per effettuare atti di terrorismo, questo il presidente insiste sulla correttezza politica, chiudendo un occhio alle moschee e mullah che sollecitano il terrore, chiedendo che ignoriamo il fondamento stesso del radicalismo islamico. Invece, gli americani dovrebbero essere istruiti circa la perversa doctrined dell'Islam radicale, dovrebbe arrivare a capire il motivo per cui si tratta di una frode pericoloso, e dovrebbe essere in allerta per coloro radicalizzato in mezzo a noi, incoraggiati a segnalare le prove di terrore piuttosto che rifuggire da segnalazione per paura di essere condannato come islamofoba.

Nel secondo caso, i salari Obama una licenza limitata, guerra difensiva, compreso principalmente di attacchi aerei e interventi limitati, che non riescono a fermare la crescita del radicale terrorismo islamico in paesi al di fuori di Afghanistan, Iraq e Siria. Omettendo di impegnarsi in un incessante, una guerra contro i terroristi in tutto il mondo, per cui abbiamo annientiamo il nostro nemico, il presidente Obama garantisce la loro sopravvivenza e quindi aumenta la probabilità che chi non estirpate al di fuori degli Stati Uniti sarà, in numero sempre crescente, scivolare attraverso i nostri confini porosi e commettere atti di terrorismo qui o indurre reclute domestiche per diventare attivo.

Nessun commento:

Posta un commento