venerdì 26 febbraio 2016

Giganti..........

Una città sotterranea di Giganti Scoperto nel Grand Canyon?



Anche con i progressi della moderna archeologia giorno, la maggior parte delle città sepolte del mondo rimangono ancora un mistero. scoperte stupefacenti richiedono grandi sforzi e, a volte, una quantità ancora maggiore di fortuna. Se dovessimo fidarci 20esimo secolo Giornalismo, vorremmo sapere che Serendipity portato alla soglia della più famosa e affascinante città sotterranea di giganti scoperti fino ad oggi.
Secondo un articolo pubblicato su The Arizona Gazette il 5 aprile 1909, il Grand Canyon era una volta sede di una civiltà che molto probabilmente era costituito da individui di proporzioni ciclopiche. Se un tale civiltà abbia mai vissuto, sicuramente avrebbe lasciato dietro di sé qualche struttura come un testamento della sua esistenza.
L'articolo cita la scoperta di un enorme cittadella sotterranea da un esploratore di nome GE Kinkaid, che ha inciampato su di esso, mentre rafting sul fiume Colorado. Vale la pena ricordare che Kinkaid era un archeologo stabilito e aveva il sostegno finanziario della Smithsonian Institute.
L'ingresso alla città era alla fine di un tunnel che si estendeva per quasi un miglio sotterraneo.
In primo luogo, vorrei sottolineare che la caverna è quasi inaccessibile ", ha scritto Kinkaid. "L'ingresso è 1.486 piedi lungo la parete del canyon pura. Si trova sulla terra di governo e nessun visitatore sarà consentito lì a pena di trasgressione ".
[...] Sopra una mensola che nascondeva alla vista dal fiume, era la bocca della caverna. Quando ho visto i segni di scalpello sulla parete interna all'ingresso, mi sono interessato, fissato la pistola ed entrai. "
L'architettura ha suggerito i costruttori della città sotterranea possedevano competenze ingegneristiche avanzate.
L'hub centrale della città sotterranea è stata una camera di mammut da cui passaggi irradiati come raggi su una ruota. Le pareti della camera principale erano adorne di armi di rame e compresse rivestite in simboli geroglifici, non dissimili da quelli che si trovano in Egitto. Un altro dato che ha indicato un collegamento egiziana sono stati i corpi mummificati, di gran lunga le cose più interessanti all'interno della cittadella.
No mamma misurava meno di 9 piedi e tutti loro sono stati avvolti in lino scuro. Kinkaid ha scritto si era fermato uno di loro e fotografato dalla torcia elettrica, ma quella foto è introvabile.

Ulteriore esplorazione rivelato qualcosa sulla religione degli abitanti giganti della città:
Oltre un centinaio di piedi dall'ingresso è la croce-corridoio, lungo diverse centinaia di piedi, in cui ho trovato l'idolo, o l'immagine, di Dio del popolo, seduto a gambe incrociate, con un fiore di loto o giglio in ogni mano.
Il cast del viso è orientale, e così è l'intaglio di questa caverna. L'idolo quasi assomiglia a Buddha, anche se gli scienziati non sono certi di ciò che la religione che rappresenta. "
L'articolo registra il ritrovamento di ceramiche e strumenti, tutti recanti i segni di origine in altre parti del mondo. Una tale mescolanza di culture è raramente riscontrato in reperti archeologici, rendendo questa scoperta uno di importanza senza precedenti.
L'ultima camera che attendeva l'esplorazione era quello che Kinkaid e il suo partner, il Prof. SA Jordan, che si ritiene essere una cripta cerimoniale. Si trovava alla fine della grande sala dove erano stati trovati tutti gli altri mummie.
Vi è una camera di passaggio che non è ventilato, e quando ci siamo avvicinati un mortale, odore snaky ci ha colpito. La nostra luce non penetra l'oscurità, e fino a quelle più forti sono disponibili non sa che cosa contiene la camera.
Alcuni dicono serpenti, ma altri pensano che potrebbe contenere un gas letale o prodotti chimici utilizzati dagli antichi.
L'intera installazione sotterranea dà uno dei nervi traballanti e la pelle d'oca, "
In questa zona Canyon erano nomi come la Piramide di Cheope, il Buddha chiostro, Tempio del Buddha, Manu Temple e Tempio Shiva. C'era qualche relazione tra questi luoghi e le presunte scoperte egiziane nel Grand Canyon?
Un archeologo stato al Grand Canyon ha detto che i primi esploratori avevano nomi egiziani e indù, ma era vero che questa zona era off limits per gli escursionisti o altri visitatori, a causa delle "grotte pericolosi".
In effetti, tutta questa zona prende il nome dal Egizio di e indù nel Grand Canyon è una zona vietata - a nessuno è permesso in questa vasta area. La nostra ricerca ha potuto solo concludere che questa era la zona in cui si trovavano le volte. Oggi, questa zona è ancora stranamente off limits per gli escursionisti e anche, in gran parte, per parcheggiare il personale. Teorico della cospirazione John Rhodes, una volta ha detto che conosceva l'esatta posizione all'ingresso della città, ma che è stato sorvegliato 24/7 da soldati che portano fucili M-16. Un'altra idea che galleggia intorno a internet dice che la città sotterranea ora serve come un museo per la classe dirigente ombra.
Articolo Fonte: archaeologyhub.org

Nessun commento:

Posta un commento