martedì 9 febbraio 2016

Dal esodo biblico in Mar Rosso

Gli archeologi Scoprite Resti di esercito egiziano Dal esodo biblico in Mar Rosso

31

Ministero Antichità dell'Egitto ha annunciato questa mattina che una squadra di archeologi subacquei aveva scoperto che rimane di un grande esercito egiziano dal 14 ° secolo aC, in fondo del Golfo di Suez, 1,5 km al largo dalla città moderna di Ras Gharib. La squadra è stata alla ricerca di resti di navi antiche e manufatti legati alla età della pietra e del bronzo commercio nella zona del Mar Rosso, quando hanno inciampato su una massa gigantesca di ossa umane scuriti per età.
Gli scienziati condurre dal Prof. Abdel Muhammad Badia e collegate con la Facoltà di Archeologia dell'Università del Cairo, hanno già recuperato un totale di più di 400 diversi scheletri, così come centinaia di armi e pezzi di armatura, anche i resti di due carri da guerra, sparsi una superficie di circa 200 metri quadrati. Si stima che più di 5000 altri organismi possono essere dispersi su un'area più ampia, il che suggerisce che un esercito di grandi dimensioni che sono periti sul sito.
Questa lama magnifico da un khopesh egiziano, era certamente l'arma di un personaggio importante. E 'stato scoperto nei pressi dei resti di un carro da guerra riccamente decorato, suggerendo che potrebbe essere appartenuto ad un principe o nobile.

Molti indizi sul luogo hanno portato il professor Badia e la sua squadra a concludere che i corpi potrebbero essere collegati al famoso episodio dell'Esodo. Prima di tutto, i soldati antichi sembrano morti all'asciutto, poiché nessuna traccia di imbarcazioni o navi sono stati trovati nella zona. Le posizioni dei corpi e il fatto che sono stati bloccati in una vasta quantità di argilla e roccia, implie che avrebbero potuto morire in una colata di fango o di un maremoto .
Il numero di taglio dei corpi suggerisce che una grande antica esercito perì sul sito e il modo drammatico da cui sono stati uccisi, entrambi sembrano corroborare la versione biblica del Mar Rosso Crossing, quando l'esercito del faraone egiziano è stato distrutto dal ritorno acque che Mosè era separato. Questa nuova scoperta dimostra certamente che vi è stato effettivamente un esercito egiziano di grandi dimensioni che è stato distrutto dalle acque del Mar Rosso durante il regno del re Akhenaton.
Per secoli, il famoso racconto biblico della "Mar Rosso Crossing" è stato respinto dalla maggior parte degli studiosi e storici come più simbolico che storico.
Questa scoperta sorprendente porta innegabile prova scientifica che uno dei più famosi episodi del Vecchio Testamento era in effetti, sulla base di un evento storico. Si porta una nuova prospettiva su una storia che molti storici hanno preso in considerazione per anni come un lavoro di finzione, e suggerendo che altri temi come le "piaghe d'Egitto" potrebbe effettivamente avere un punto di partenza storico.
operazioni Molto più di ricerca e molti altri di recupero sono attese sul sito nel corso dei prossimi anni, come il professor Gader e il suo team hanno già annunciato il loro desiderio di recuperare il resto dei corpi e manufatti da stato si è rivelato essere uno dei più ricchi siti archeologici subacquei mai scoperto
Articolo Fonte: dailymediainfo.com

Nessun commento:

Posta un commento