venerdì 25 dicembre 2015

AYAHUASCA

INFORMAZIONE RIASSUNTA E MOLTO UTILE PER CHI VA AD ASSUMERE AYAHUASCA

fotos-ayahuasca-710x399

INFORMAZIONE RIASSUNTA E MOLTO UTILE PER CHI VA AD ASSUMERE AYAHUASCA

L’ayahuasca è una bevanda selvatica. Una medicina tradizionale indigena 100% naturale, scoperta da sciamani dell’Amazzonia migliaia di anni fa. E’ un decotto liquido composto da due piante: l’Ayahuasca e la Psychotria viridis, che al bollirle insieme in acqua rimane come un’infusione, la cui consistenza è come miele, però si può diluire con acqua per poter berla. E’ di sapore amaro. Se ne beve una piccola quantità, soprattutto la prima volta, dato che bisogna determinare il grado di accettazione o sensibilità che ogni persona ha con questa pianta, cosa che è impossibile sapere prima dell’esperienza.

Le proprietà curative e visionarie di questa infusione le ha conferito il titolo di pianta “maestra” perchè insegna, mostra, chiarifica; e di “potere” perchè anche pulisce, cura e libera.
Da sempre gli indigeni l’hanno utilizzata per mantenere uno stato pieno di salute e per prevenire le malattie. Loro la assumono ogni settimana o ogni 14 giorni per poter mantenere uno stato di forza fisica. Anche è utilizzata per poter avere un’espansione della coscienza che apporta una conoscenza molto amplia e precisa allo stesso tempo, per sapere cose sulla vita, sulla natura, l’esistenza e incluso per le decisioni quotidiane.
Al realizzare una pulizia a livello fisico e emozionale (nella maggior parte dei casi produce vomito e/o diarrea), spoglia la mente dando chiarezza per comprendere molti contenuti che nel quotidiano non capiamo per essere pieni di tossine. Inoltre ha un effetto antidepressivo e per le dipendenze. E’ una bomba di salute su tutti i livelli e connette con lo spirituale spogliandosi da religioni o credenze.
Possono berla persone con malattie fisiche o psicologiche, dato che appoggia la salute del corpo indipendentemente dalla malattia che si abbia. Però la maggior parte delle persone che la assumono in tutto il mondo non è per malattia fisica o mentale, bensì per incontrare il senso della vita, orientamento per il suo cammino, risposte esistenziali e creatività per il suo lavoro quotidiano.
L’ayahuasca si usa per molte applicazioni, è un rimedio che in molti casi risolve ciò che le altre medicine o tecniche no possono risolvere, e in altri casi alzano le difese e fortifica l’organismo affinchè resista agli effetti collaterali della medicina allopatica. Lavora a livello corporale, emozionale, psicologico e spirituale. Inoltre, integra e potenzia altre terapie, tecniche che si stanno praticando. Non è incompatibile con nessuna tecnica che la persona possa praticare.
In alcuni paesi si è proibito il consumo di ayahuasca perchè i governi credono (scorrettamente) che sia una droga. In altri paesi si è legalizzata dopo aver fatto studi scientifici e verificando i benefici che produce. Nella maggior parte dei paesi come Spagna, Italia, Germania, Svizzera non è ne proibita ne legale. Ancora sta dentro una laguna legale. In Spagna son stati fatti studi scientifici che dimostrano che non danneggia la salute. (Clinica Sant Pau di Barcellona)
In EEUU hanno cercato di registrarla per poter esportarla da laboratori farmaceutici, però la comunità indigena lo ha evitato dimostrando che questa pianta sono patrimonio della natura, degli sciamani che l’hanno scoperta e utilizzata e di tutta l’umanità.
Questo decotto liquido sembra un’infusione amara e spessa, secondo la formula originale e millenaria non ha nessun chimico aggiunto. Arriva dalla selva amazzonica e si coltiva e si cucina. E’ catalogata come enteogeno, non droga nemmeno sostanza allucinogena. Gli enteogeni sono sostanze che apportano visioni interne con significato profondo riguardo alla vita, l’esistenza e l’origine delle cose. Non produce effetti secondari nocivi come le droghe e nemmeno creano la necessità di tornare a consumarla. Non ha pericolo per la salute, bensì per la malattia, dato il suo grande potere sanatore.
Secondo la tradizione indigena, per assumere questa medicina, è preciso creare un rituale affine al processo che sperimentano i partecipanti. Questo rituale o cerimonia, è una situazione creata che ispira rispetto, riconoscimento e gratitudine a madre natura, che provvede e allo spirito che la possiede. Però anche si può assumere in contesti religiosi o terapeutici, dove non c’è un rituale però sicuramente un’attenzione ai dettagli da tenere in conto.
In qualsiasi dei casi, si crea un ambiente tranquillo, con certe comodità per fare un processo che dura varie ore. La musica e un facilitatore o sciamano che accompagni il processo sono il migliore appoggio per l’esperienza.
Non è consigliabile assumerla senza una guida e un accompagnamento di qualcuno con esperienza. Però se così lo facessi è preferibile che ti consulti prima per evitare situazioni inattese. La questione fondamentale per poterla bere a casa è la dose esatta e la sequenza con la quale sarebbe ottimale farlo.
PER CHI VA A ASSUMERLA CON GRUPPI GUIDATI: non è necessaria nessuna preparazione previa nei giorni precedenti all’incontro, però chi lo senta di farlo, può prepararsi mangiando più leggero, senza carne, fritti e latticini. E’ importante non usare droghe e nemmeno medicine psichiatriche come minimo 48 ore prima dell’incontro.

PER CHI LA ASSUME NELLA PROPRIA CASA: : non è necessaria nessuna preparazione previa e nemmeno eliminare alcun alimento nei giorni precedenti all’incontro. Però non si può mescolare con droghe o alcool al momento dell’assunzione, 4 ore prima e dopo. La quantità che si può bere non può eccedere il 50% della dose che si assume in un contesto accompagnato.
Uno degli aspetti più importanti no è chi o dove si da questa medicina, bensì la qualità che abbia, da dove arriva e il fatto che non abbia nessun altro aggregato. Le caratteristiche principali delle piante con cui si prepara questa medicina è la loro antichità, ovvero che abbiano già molto anni di vita. Questo aspetto influisce notevolmente sulla qualità dell’esperienza. E’ indispensabile berla con chi sappia da dove arriva e chi l’abbia preparata.
Gli autentici ayahuasqueros, sono chi va alla selva a cercare la medicina e conoscere la provenienza, e chi la prepari. Loro stessi provano l’ayahuasca prima di offrirla ad altre persone per determinare le dosi adeguate.
Un’attività o sessione di ayahuasca dura dalle 6 alle 8 ore, a seconda del luogo e del programma, però anche può arrivare a durare più di 12 ore quando si realizza in un contesto psicoterapeutico nel quale si fa una preparazione prima dell’assunzione e un’integrazione dopo la stessa.
Si può assumere uno o due volte all’interno della stessa sessione, dipendendo dallo stato di ogni persona. L’esperienza ottimale si vive quando si realizzano 2 o 3 sessioni con dosi crescenti per 2 o 3 giorni e notti. Per questo è conveniente partecipare a ritiri organizzati dove ci sia un’ equipe di persone preparate per accompagnare il processo.
Gli effetti variano molto a seconda del partecipante, più del 90% dei partecipanti hanno effetti fisici e psicoemozionali, però a volte non appare nessun effetto fisico, visionario o emozionale durante l’attività stessa, però nelle ore e giorni successivi appaiono effetti molto favorevoli che ogni partecipante vive a proprio modo.
Assumere ayahuasca è una meravigliosa esperienza, che ha come segreto, il fatto che mai è uguale. Non si possono fare predizioni di come vada ad essere l’esperienza. Ogni volta che si assume è una sorpresa. Per questo si suggerisce lasciare completamente tutta l’aspettativa o l’idea previa che si possa avere sull’esperienza.
Quando bevi ayahuasca, non lo fare come se fosse una festa di amici, nemmeno una riunione sociale. E’ un atto di riflessione individuale, di centrature in se stessi, di connessione con tutto ciò che ti fa vivere pienamente felice.
Per favore non prendere come riferimento al 100% le testimonianze di persone che l’hanno assunta in precedenza, perchè ogni caso è differente, però in quasi tutti i casi questa esperienza è tanto liberatrice che, per chi l’abbia provata, è LA GRANDE ESPERIENZA DELLA VITA.
Per maggiori informazioni:
ayahuasca.asesor@yahoo.es
Indirizzo mail in italiano:
italia@innermastery.es

Nessun commento:

Posta un commento