mercoledì 28 ottobre 2015

GLICEMIA GIU' CON IL CUMINO NERO.

VOGLIO PARLARVI DEL CUMINO NERO (IL SEME)- DA CIRCA UNA SETTIMANA ASSUMO  SEMI DI CUMINO NERO,L'EQUIVALENTE DELLA PUNTA DI UN CUCCHIAINO DA CAFFE',

HO NOTATO DOPO VARIE PROVE CHE DOPO UN MEZZORA DALL'ASSUNZIONE DEL CUMINO LA GLICEMIA MI VA GIU' DI BRUTTO,IO SOFFRO DI UNA FORMA LEGGERA DEL DIABETE .POSSO DIRVI CON TUTTA ONESTA' CHE HO DOVUTO SOSPENDERE PROVISORIAMENTE LA TERAPIA ANTIDIABETICA ;POICHE' CON POCHI SEMI DI CUMINO NERO ;LA GLICEMIA DA 120,140 ME LA SONO TROVATA A  107 IERI SERA ,E 93 QUESTA SERA ,MISURATA SEMPRE ALLE ORE 18 A STOMACO VUOTO.
 I SINTOMI DI UNA GLICEMIA BASSA SONO: VERTIGINI PIZZICONI AL CUORE  VISTA ANNEBBIATA.MANCAMENTI,SUDORAZIONE,E FATICA MUOVERE I MUSCOLI MASCELLARI
Karonte

OLIO DI COMINO NERO (lat. Nigella sativa )

Indicazioni trad.: acne, allergia, angina, mancanza di appetito, asma bronchiale, aumento dei globuli rossi, rinforza le difese immunitarie, bronchite cronica, candida albicans, patologie cardiache (dopo infarto o prevenzione), catarro bronchiale, chemioterapia (dopo), colesterolo (abbassante), bacillosi, colica intestinale, infiammazione del colon, difficoltà di concentrazione, crampi intestinali, crosta lattea, problemi circolatori, svogliatezza, depressione (disturbi ormonali), dermatosi, dermatosi squamosa, diabete, diarrea (cronica), sostegno delle diete, digestione – sostegno di digiuno, eczema, emorroidi, emozioni, flatulenza, foruncoli, frigidità, gastrite, ghiandole endocrine, gonfiore, guarigione, impotenza, infezioni, infiammazioni, influenza, fermentazione intestinale, infiammazioni intestinali, pigrizia- e spasmi intestinale, ulcere intestinali, lassativo mite, leucemia, gonfiori delle ghiandole linfatiche, infiammazione dei noduli linfatici, menopausa, crampi mestruali, nevralgie, disturbi ormonali, ossiuridi, osteoporosi, orticaria, pancreas, malattie della pelle, cicatrici, pertosse, poliartrite, psoriasi, pus, radicali liberi, raffreddore di fieno, raucedine, ricupero della salute, sclerosi multipla, tensione del seno, sinusite, patologie gastriche, pesantezza gastrica, gastrite, iperacidità gastrica, ulcere gastriche, tonsillite, tosse (espettorante), vene varicose, vermi, verruche, malattia virale, herpes ...
____________________________________________________
Olio di C O M I N O NERO
(Il rimedio degli antichi egizi)
Già fra gli antichi egizi il COMINO NERO era conosciuto e usato come rimedio universale. I moderni ricercatori americani attribuiscono a questa pianta il potere di “regolatore del sistema immunologico“. Il complesso sistema di difesa, se ammalato o debilitato, potrà essere sia rafforzato che migliorato. Con l'olio estratto dal COMINO NERO si possono curare molte malattie fra cui il diabete e il cancro.
Negli Stati Uniti, disponibile in commercio già da molti anni, questo olio é sempre stato apprezzato come integratore alimentare e non tanto come medicamento. Solo recentemente, grazie alle accurate analisi fatte proprio in quel paese, é stato scoperto che l'antico olio, ricavato dalla pianta del COMINO NERO, può essere usato anche per la cura di molte malattie. È stato accertato che questo olio é un prodotto che può essere ingerito con la massima tranquillità in quanto non presenta rischi di effetti collaterali tanto che lo stesso può essere consumato quotidianamente sul pane.
Mentre in Europa, sia come spezia che come olio, era stato dimenticato, in Egitto, come sopraddetto, già dal tempo dei Faraoni rivestiva grande importanza. Era usanza, ad esempio, metterlo in anfore mortuarie (nella tomba del famoso Tutankamon ne è stato trovato) affinchè lo spirito della persona deceduta potesse portarlo con se. In Egitto, sembra che venisse usato per i dolori mestruali, raffreddore, mal di testa, stati di debolezza e infiammazioni in genere. IL COMINO NERO contiene molti acidi grassi essenziali (linoleico e linolenico) importanti, come le vitamine e sostanze minerali, per la produzione di ormoni. Effetti positivi si possono constatare anche nella cura delle neurodermiti. I disturbi e i problemi legati al climaterio, che coinvolgono man mano tutti gli organi della donna dal momento che in cui entra in menopausa, influiscono sia fisiologicamente, somaticamente e psicologicamente. Questi problemi sono causati dalla diminuzione degli ormoni quali, in particolare, gli estrogeni. Incoraggianti risultati mostrano come questi disturbi possono essere affrontati con l`ausilio del COMINO NERO. Altri studi hanno dimostrato che facendo uso dell'olio di COMINO NERO si possono alleviare i fastidiosi dolori del comune “mal di testa“. Ancora recentemente é stato scoperto che può essere usato anche per la cura dell'asma, delle varie manifestazioni allergiche, del diabete e probabilmente anche per combattere i tumori. Questo dimostra che nessuno di noi può fare a meno di questi “acidi grassi essenziali“.
Il COMINO NERO ( lat. Nigella sativa) proviene dal nord Africa ma cresce anche in Turchia e in Oriente. I suoi frutti si distinguono dal COMINO BIANCO (lat.Carum carvi), più conosciuto dalle nostre parti, perchè più piccolo e, come indicato dal nome, di colore nero. Anche il sapore e l`odore lo differiscono dal più conosciuto comino bianco. Le proprietà del COMINO NERO derivano dal suo contenuto di Carvon che agisce quale stimolante delle attività dello stomaco e come calmante sull'intestino. Questa sua caratteristica permette di farne uso per qualsiasi problema sia di stomaco che intestinale visto che dell`intestino ne protegge anche la flora agendo in modo attivo sui batteri che provocano spesso i comuni disturbi. Data la capacità del prodotto di neutralizzare le diverse reazioni allergiche, si comprende meglio la sua l'applicazione contro l'asma, il raffreddore da fieno, le allergie alle polveri e anche per combattere le tipiche sintomatologie dell`influenza. Poichè le malattie dello stomaco e dell`intestino possono influire sul cuore e sulla circolazione del sangue, può risultare utile farne uso al fine di evitare queste complicanze. È utile, inoltre, sottolinearne l'importanza per problemi al fegato e alla bile. Come già sopra menzionato, anche il sistema immunitario trae vantaggio dall'uso regolare di questo prodotto della natura.
Gli scienziati del Cancer Immuno-Biologv Laboratory del South Carolina scrivono: `Il COMINO NERO partecipa alla stimolazione del midollo osseo e alla produzione delle cellule immunitarie, stimola la generazione dell' interferone, protegge le cellule normali dagli effetti dei virus, contrasta la riproduzione delle cellule tumorali e aumenta il numero delle cellule B produttrici degli anticorpi`. Fatto importante é che tutte le osservazioni fanno del COMINO NERO un buon candidato quale aggiunta alla prevenzione e alla cura del cancro. L`uso esterno é particolarmente indicato nel caso di dolori reumatici.
In Germania è stato recentemente scoperto e sperimentato l'effetto benefico dell'olio di COMINO NERO sulla salute dell'uomo. L'immunologo di Monaco dr. Peter Schleicher (divenuto dal 1986, membro dell'accademia mondiale degli scienziati) ha fatto delle ricerche, presso il suo Istituto, sull'applicazione di questa cura verso malattie croniche. I risultati raggiunti corrispondono a quelli dei suoi colleghi americani. Egli scrive in proposito: ‘L'olio derivato dai semi del COMINO NERO contiene acidi grassi essenziali’ (es. acido gammalinoneico). Grazie a ciò la sintesi produce importanti sostanze immunoregolatrici come la prostaglandina E 1. L'acido linoleico stabilizza la membrana della cellula e la prostaglandina agisce come antinfiammatorio, in modo da impedire le reazioni immunologiche che causano molte malattie croniche. Dall'acne al raffreddore da fieno, fino al cancro. Inoltre grazie alle sostanze contenute nell'olio di COMINO NERO l'aumento delle funzioni delle cellule T dell`allergia viene stabilizzato e vengono aumentati gli anticorpi. L'esagerata riposta immunitaria viene normalizzata e ridotta nei limiti.
Il dott.Schleicher, che ha testato l'olio di COMINO NERO su 600 pazienti, riferisce i seguenti risultati: ’Nel 70 % dei pazienti è stata constatata la guarigione da malattie di natura allergica - polvere, polline ecc. -, acne e neurodermiti’. Lo stesso prodotto é stato sperimentato con successo dallo stesso studioso nella prevenzione delle malattie da raffreddamento e le influenze. Il sistema immunitario viene quindi armonizzato e quindi e condotto ad uno stato ottimale. Lo scienziato tedesco ha quindi, come già menzionato, raggiunto gli stessi risultati ottenuti dagli studiosi e ricercatori americani. Tutto questo conferma l'efficacia della pianta già conosciuta in Oriente e usata nei casi di allergia, infiammazioni, dolori mestruali, depressione, bronchiti, asma, malattie della pelle - come le neurodermatiti -, eczema, funghi o micosi, problemi di digestione, diminuzione di energia.
Si comprende, quindi, il perché nella tomba di Tutankamon era conservata un`ampolla contenente olio di COMINO NERO. Si può senz'altro definire l'olio di COMINO NERO un rimedio universale. Solo la NIGELLA SATIVA è il vero COMINO NERO. Nei secoli scorsi si conosceva l'olio di COMINO NERO anche da noi. Veniva usato contro la flatuenza, l`itterizia, la dissenteria, i disturbi dello stomaco e dei polmoni o come stimolante del flusso del latte materno. Con l`avvento dei medicamenti chimici é poi caduto in disuso. La nota dottoressa televisiva Antje Kùhnemannn é rimasta affascinata dalle informazioni sulla riscoperta di questo olio. Ha riferito che in Cina e in India l'olio di COMINO NERO viene usato come un “antibiotico naturale“ e che durante un congresso internazionale sul cancro a Nuova Delhi si è parlato dell'effetto anti tumorale dell`olio di COMINO NERO.

Nessun commento:

Posta un commento