mercoledì 7 ottobre 2015

Crisi siriana: cosa succederà dopo?

Crisi siriana: cosa succederà dopo?

Mercoledì, 7 ottobre 2015 06:58

da Brandon Smith

La crisi siriana e la confluenza di interessi contrastanti c'era del tutto prevedibile. In realtà, ho scritto un articolo sul mio sito web nel 2010 ex illustri le possibilità di Siria come catalizzatore di alto valore per conflitto globale dal titolo "Will globalisti trigger un'altra guerra mondiale?"
In esso, ho riassunto la storia dubbia di guerre iniziate nel secolo scorso, compresa la natura di false bandiere e falsi paradigmi creati da globalisti progettati per dividere le nazioni e dei popoli e li trasformano uno contro l'altro. Questa strategia di guerra allestita (con crollo economico ingegnerizzato) è stato utilizzato più e più volte dalle élites per generare artificialmente il caos e poi consolidare e centralizzare il potere, mentre le masse sono accecati dalla confusione.
Anche allora, il problema con la Siria sembrava ovvia:
"... Abbiamo un Israele armata nucleare voglia di attaccare l'Iran. Abbiamo l'Iran impegnato in un patto di difesa con la Siria contro Israele. Abbiamo Siria russi basi della marina e le armi sul suo territorio, e noi abbiamo gli Stati Uniti infuriato attraverso il Medio Oriente invadendo ai confini del Pakistan e Yemen, essenzialmente incazzare tutti. Quello che abbiamo è un globalista fatto ricetta per il disastro, con gli stessi ingredienti che hanno usato per l'ultimo parecchi grandi guerre ... "
Solo un anno dopo ho pubblicato il pezzo della rivolta civile in Siria ha iniziato, a partire dal "movimento di protesta Daraa", aiutato da agenzie di intelligence segrete tra cui la CIA.
Nel 2012, ho deciso di riesaminare la mia teoria originale alla Siria come catalizzatore globale nel mio articolo "Siria e Iran Domino porterà alla guerra mondiale."
In questo articolo, ho sentito che era necessario riassumere le tendenze nella regione, dove potrebbero portare, e come globalisti potuto sfruttare ogni scenario per ottenere un falso conflitto tra Est e Ovest. Avevo previsto che l'intero insurrezione siriana è stato evocato dall'etere dagli interessi della NATO, a causa della natura sospetta del Council on Foreign Relations e le loro dichiarazioni pubbliche improvvisamente SOSTEGNO   Al-Qaeda in Siria. Coinvolgimento degli Stati Uniti nel finanziamento e nella formazione dell'organizzazione che oggi conosciamo come ISIS (o al-Qaeda 2.0) è stata dimostrata.
Avevo previsto che le truppe di terra statunitensi sarebbero entrare in Siria. Questo è successo, anche se il governo degli Stati Uniti ritiene che il loro ruolo e numeri saranno "limitata".
Ho suggerito che una volta che le truppe americane sono state dispiegate a qualsiasi titolo nella regione, l'Iran si sarebbe unito le forze con il governo siriano sotto il loro patto di difesa reciproca già esistenti. Oggi, truppe iraniane stanno entrando Siria in massa per operazioni di combattimento.
Ho anche predetto che il coinvolgimento degli Stati Uniti in Siria sarebbe poi suscitare una risposta militare dalla Russia e di una risposta finanziaria dalla Cina. Anche se la Cina non ha ancora utilizzato il conflitto come una scusa per accelerare lo scarico di titoli del Tesoro USA, la Russia è ormai pienamente impegnata a raid aerei e si sta preparando un'invasione di terra, forse superiore a 150.000 soldati.
Alcuni sviluppi ho suggerito nei miei articoli precedenti non sono ancora emersi, anche se credo che ci sia più che sufficiente slancio per loro di essere attivato. Ad esempio, credo che Israele è ancora il jolly finale nella crisi siriana. Una risposta militare da Israele è più che possibile, in particolare contro l'Iran per rappresaglia per le inondazioni nella regione. Inoltre il coinvolgimento degli Stati Uniti, tra cui il maggiore impegno di importanti attività navali, è probabile. E se gli Stati Uniti o di Israele crescere, credo che l'Iran si chiuderà lo Stretto di Hormuz, forse anche con l'aiuto della Russia.
Presidente russo Vladimir Putin ha lasciato intendere che l'attività israeliana nello spazio aereo siriano sarà ostacolata, e le relazioni di alcuni "quasi incidenti" tra i combattenti russi e israeliani sono emerse.
Attualmente, degli Stati Uniti "relazioni" con la Russia sono ai minimi che non si vedevano dai tempi della guerra fredda. Nel frattempo, i globalisti hanno creato una tempesta perfetta di interessi in conflitto che potrebbe benissimo portare alla guerra mondiale a titolo definitivo. Detto questo, ci sono diverse marche di guerra. E, come ho già sottolineato, cinque anni fa, le élite non devono necessariamente la minaccia della guerra nucleare, per aprire la porta al collasso.
Guerra economica sarebbe altrettanto devastante per molte parti del globo e gli Stati Uniti in particolare, causando massiccia riduzione della popolazione per fame nel giro di pochi mesi, lasciando ampie aree di infrastrutture intatte. Guerra economica è anche una distrazione perfetta agli occhi del pubblico lontano dai crimini dei finanziatori internazionali. La nostra struttura fiscale è già al centro di una implosione messo in moto da deliberatamente distruttive politiche delle banche centrali. Ma nel bel mezzo della guerra economica, tali atrocità monetari possono essere semplicemente colpa su "il tradimento d'Oriente". La debacle siriana uno scenario battaglia economica tra Oriente e Occidente "credibile" per molte persone in tutto il mondo.
Eppure, più ampia guerra regionale della varietà ripresa è sicuramente garantito nel prossimo futuro.

Nessun commento:

Posta un commento